Paternò, multe anti-rifiuti in via dei mulini
Sindaco: «Puntiamo a valorizzare la zona»

Salvatore Caruso

Cronaca – Potrebbe attirare i turisti per la presenza di mulini secolari e invece si presenta come una discarica. Sono già state elevate due multe da quando sono ripresi i controlli della polizia ambientale. Ma intanto il primo cittadino anticipa: «Renderemo accessibile la via ai pedoni e ai ciclisti, e riorganizzeremo tutti i corsi d’acqua»

Via dei Mulini, la strada che collega la zona delle Salinelle con la sp 137 e una delle arterie in grado di attirare turismo per la presenza di mulini secolari, è stata trasformata in una discarica, con la presenza di rifiuti di ogni tipo. Qualche settimana addietro è stata anche trovata la carcassa di un grosso suino, abbandonata, forse, da qualche contadino. Per fermare questo scempio sono ripresi i controlli da parte degli agenti delle locale polizia del nucleo tutela ambientale, i quali si sono concentrati nelle zone periferiche della città. Il sindaco Mauro Mangano, però, oltre alla repressione dei trasgressori, punta anche al recupero e alla bonifica della via, per favorirne la fruizione.

«Renderemo accessibile via dei Mulini ai pedoni ed ai ciclisti, oltre che ovviamente ai residenti - afferma Mangano - procederemo a un intervento di pulizia straordinaria e, in contemporanea, effettueremo la riorganizzazione di tutti i corsi d’acqua». Il riferimento è al ritrovamento di canali che appartenevano al demanio regionale ma di cui da tempo non si sapeva più a chi spettasse la gestione. Acuni verranno disattivati, perché ormai non più utilizzati. In tre mesi dovrebbe essere realizzato e concluso il progetto.

Le telecamere piazzate nella zona del sito delle Salinelle hanno intanto immortalato due cittadini sporcaccioni che in due distinte circostanze hanno abbandonato sacchetti di spazzatura in una zona da tempo bonificata e dove vige il divieto di gettare l'immondizia. Il primo cittadino trasgressore è stato fotografato in pieno giorno poco dopo le 11.30: dalle immagini si vedono due soggetti a bordo di una Renault Laguna che non scendono dall’auto e lanciano la busta sul marciapiede. Altro caso si è invece verificato di sera, intorno alle 21, con assoluta noncuranza: arrivato a bordo di una vettura di grossa cilindrata, una Mercedese Berlina, il conducente scende dall’auto, apre il cofano, e getta i rifiuti. 

I due sono stati identificati e multati per una somma di 50 euro ciascuno. Ma non solo. Durante i controlli, la polizia municipale ha infatti scoperto che le due vetture sono senza copertura assicurativa. In questo caso la sanzione per i due è di 843 euro cadauno. I loro nominativi, infine, sono stati trasmessi all’ufficio tributi del Comune per verificare la loro posizione rispetto al pagamento della tariffa sul servizio rifiuti.