Zia Lisa, vasto incendio al campo rom
Rogo domato, molte baracche evacuate

Carmen Valisano

Cronaca – Le fiamme sono divampate nella serata, fanno sapere i vigili del fuoco del comando provinciale. Le squadre sono ancora al lavoro e sono in corso gli accertamenti per stabilire la causa. «È difficile avere la certezza di quante persone vivano lì», afferma Gionatan Zingarino, volontario della Società missionaria evangelica

Un incendio è scoppiato nella serata di ieri nel campo rom di via Madonna del Divino Amore, nel quartiere Zia Lisa. La struttura, che sorge su un terreno privato, è adiacente al cimitero etneo. «L'intervento è scattato alle 21.11», fanno sapere i vigili del fuoco del comando provinciale di Catania. «Sono accorse diverse squadre, molte baracche sono state evacuate per ragioni di sicurezza». 

«I colleghi sono ancora sul posto - proseguono i responsabili - L'incendio è stato domato, ma stanno lavorando per completare lo spegnimento». Ancora difficile stabilire se sia stato un rogo di origine dolosa o accidentale. «Una volta completato l'intervento, ci saranno gli accertamenti da compiere». 

Quello di Zia Lisa è uno dei campi per il quale il Comune di Catania sta cercando delle soluzioni per migliorare le condizioni di vita degli abitanti. «È difficile fare un censimento, avere la certezza di quante persone vivano lì», afferma Gionatan Zingarino, della Società missionaria evangelica. Zingarino era uno dei componenti del Presidio leggero, la task force di associazioni voluta dall'amministrazione Stancanelli e non proseguita con la gestione Bianco. 

«Un campo è un crocevia continuo - spiega - Siamo riusciti a censire anche 50 famiglie, ma i flussi dipendono dai periodi dell'anno e dagli spostamenti. Spesso una baracca è occupata da una famiglia, ma a volte anche da tre». Nelle prossime ore i volontari effettueranno un sopralluogo per verificare le condizioni degli abitanti.