Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Borgo, dalla briscola al guerrilla gardening
Pensionati e disoccupati curano la piazza

I frequentatori di piazza Cavour hanno rimesso in sesto le aiuole e reso più accogliente il gazebo sotto al quale si incontrano ogni giorno. Pensano anche alla manutenzione, armati di piccole zappe. «Almeno il posto dove passiamo intere giornate è più decente», raccontano. Guarda le foto

Salvo Catalano

Foto di: Salvo Catalano

Foto di: Salvo Catalano

«L'ha fatta lei?». «E cu l'ava fari? U Cumuni?». Alla risposta si accompagna una soddisfazione pari a quando si vince un carico tirando il due di briscola. Catania, piazza Borgo. Le quattro aiuole dal lato nord hanno cambiato look. Merito di un drappello di aficionados: pensionati per lo più, qualche disoccupato, tutti uomini. Accomunati dall'aver trasformato il tavolo sotto il gazebo nella sede delle loro partite a carte. Stanno sempre lì, in pratica una seconda casa. Al punto che qualcuno, guardandosi attorno, ha pensato: perché non sistemare e curare noi il verde?

Così ognuno ha recuperato una pianta: qualche oleandro, due ciclamini, molte piante grasse. Tutte comunque resistenti. I criteri di selezione li precisa il signor Salvatore: «I cristiani si futtunu i ciuri e i cani ci pisciunu». Serve verde resistente all'inciviltà. In più hanno piantato semi per far crescere il prato. Alla manutenzione ci pensano loro, armati di piccole zappe. Telecamere di sorveglianze, neanche a dirlo, non servono. «Almeno il posto dove passiamo intere giornate è più decente».

Una volta in piazza i gazebo in legno dove ripararsi erano due. «Ma uno è stato distrutto da una spazzatrice che è salita sulla piazza, cosa che non può fare, e con una manovra sbagliata lo ha rotto», continua Salvatore. Così tutti gli habitué sono costretti a stringersi sotto l'unica protezione rimasta. La briscola a coppie si alterna a quella in cinque. Si fanno i turni. Il tavolo è stato rinforzato con un pezzo di compensato donato dagli operai che lavorano nel grande palazzo alle loro spalle, da mesi ingabbiato in un ponteggio. Scommettiamo che piazza Borgo sarà più bella?

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×