Foto di: Giorgia Lodato

Inaugurato il primo supermercato per gli animali
Tra gli scaffali cibo, cucce, detergenti e farmaci

Giorgia Lodato

Economia – L'attività commerciale di via Messina è grande 800 metri quadrati e annovera dodici dipendenti. Dietro c'è la famiglia Monforte che dal settore sanitario si è spostata anche in quello per gli amici a quattro zampe. «Voglio andare incontro alle necessità dei proprietari con un ambiente dove c'è tutto», racconta il titolare

C’è chi ha comprato i collari antipulci e qualche scatoletta di carne, chi cerca la cuccia all’ultima moda e chi semplicemente è venuto a curiosare con il proprio amico a quattro zampe. Sono gli animali i protagonisti dell’inaugurazione del nuovo negozio Hobby Zoo aperto al pubblico catanese sabato 29 ottobre. Un supermercato del pet da 800 metri quadrati, con dodici dipendenti e che tra gli scaffali offre oltre a cibo, accessori, cucce e prodotti detergenti per animali anche un’area interamente dedicata ai farmaci veterinari.

Dietro c’è la famiglia Monteforte, che da cinquanta anni opera nel settore sanitario, fornendo prodotti farmaceutici e attrezzi del mestiere ad aziende e medici veterinari e che è stata attraversata da una ventata di novità e innovazione con la gestione di Michele, figlio di Angelo e nipote di Roberto, che oggi, spinto dalla sua grande passione per gli animali, ha scelto di dedicarsi completamento a questo mondo.

«Ho cominciato la mia attività nel 2001 vendendo siringhe, garze, cotone e altro materiale ai veterinari - racconta a MeridioNews - e un certo punto ho capito che il servizio che offrivo poteva essere ampliato fornendo anche farmaci e parafarmaci». Da distributore lavora anche con accessori e mangimistica, finché nel 2011 decide di rilevare il marchio Hobby Zoo, nato a Barrafranca. «L’ho rivisitato in termini di logo e layout e nel 2013 abbiamo aperto il primo punto vendita di proprietà». Una novità per la famiglia, inizialmente scettica riguardo la scelta di scommettere sul mondo animale, ma che adesso è coinvolta nel progetto, a cominciare dalla sorella di Michele, che lavora come direttrice tecnica e controlla la qualità del cibo dal punto di vista sanitario.

«Siamo venuti per fare un po’ di shopping per il nostro piccolo di casa - scherza una coppia di ragazzi con un cucciolo di labrador al guinzaglio - magari prenderemo un nuovo collare o delle ciotole più capienti». «Ci sono tanti piccoli negozi - commenta una signora in fila per pagare - ma spesso capita che quando serve un prodotto specifico per il mio cane, che soffre di dermatite, non lo hanno sul momento e devono ordinarlo su Internet».

«I prodotti che vendiamo vengono da multinazionali e aziende italiane che si trovano nel vicentino, in Campania e in Piemonte», spiega Michele, che racconta come ha deciso di aprire il pet store che ricorda un po’ un supermercato e un po’ una farmacia. «Vedendo che i proprietari entravano in negozio spaesati e spesso avevano problemi nel reperire in un unico posto tutto il necessario per il proprio animale ho pensato di andare incontro alle loro necessità, creando un ambiente dove si può trovare tutto in un’unica volta».