Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Inaugurato il primo supermercato per gli animali
Tra gli scaffali cibo, cucce, detergenti e farmaci

L'attività commerciale di via Messina è grande 800 metri quadrati e annovera dodici dipendenti. Dietro c'è la famiglia Monforte che dal settore sanitario si è spostata anche in quello per gli amici a quattro zampe. «Voglio andare incontro alle necessità dei proprietari con un ambiente dove c'è tutto», racconta il titolare

Giorgia Lodato

Foto di: Giorgia Lodato

Foto di: Giorgia Lodato

C’è chi ha comprato i collari antipulci e qualche scatoletta di carne, chi cerca la cuccia all’ultima moda e chi semplicemente è venuto a curiosare con il proprio amico a quattro zampe. Sono gli animali i protagonisti dell’inaugurazione del nuovo negozio Hobby Zoo aperto al pubblico catanese sabato 29 ottobre. Un supermercato del pet da 800 metri quadrati, con dodici dipendenti e che tra gli scaffali offre oltre a cibo, accessori, cucce e prodotti detergenti per animali anche un’area interamente dedicata ai farmaci veterinari.

Dietro c’è la famiglia Monteforte, che da cinquanta anni opera nel settore sanitario, fornendo prodotti farmaceutici e attrezzi del mestiere ad aziende e medici veterinari e che è stata attraversata da una ventata di novità e innovazione con la gestione di Michele, figlio di Angelo e nipote di Roberto, che oggi, spinto dalla sua grande passione per gli animali, ha scelto di dedicarsi completamento a questo mondo.

«Ho cominciato la mia attività nel 2001 vendendo siringhe, garze, cotone e altro materiale ai veterinari - racconta a MeridioNews - e un certo punto ho capito che il servizio che offrivo poteva essere ampliato fornendo anche farmaci e parafarmaci». Da distributore lavora anche con accessori e mangimistica, finché nel 2011 decide di rilevare il marchio Hobby Zoo, nato a Barrafranca. «L’ho rivisitato in termini di logo e layout e nel 2013 abbiamo aperto il primo punto vendita di proprietà». Una novità per la famiglia, inizialmente scettica riguardo la scelta di scommettere sul mondo animale, ma che adesso è coinvolta nel progetto, a cominciare dalla sorella di Michele, che lavora come direttrice tecnica e controlla la qualità del cibo dal punto di vista sanitario.

«Siamo venuti per fare un po’ di shopping per il nostro piccolo di casa - scherza una coppia di ragazzi con un cucciolo di labrador al guinzaglio - magari prenderemo un nuovo collare o delle ciotole più capienti». «Ci sono tanti piccoli negozi - commenta una signora in fila per pagare - ma spesso capita che quando serve un prodotto specifico per il mio cane, che soffre di dermatite, non lo hanno sul momento e devono ordinarlo su Internet».

«I prodotti che vendiamo vengono da multinazionali e aziende italiane che si trovano nel vicentino, in Campania e in Piemonte», spiega Michele, che racconta come ha deciso di aprire il pet store che ricorda un po’ un supermercato e un po’ una farmacia. «Vedendo che i proprietari entravano in negozio spaesati e spesso avevano problemi nel reperire in un unico posto tutto il necessario per il proprio animale ho pensato di andare incontro alle loro necessità, creando un ambiente dove si può trovare tutto in un’unica volta».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×