Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Valcorrente, auto in fiamme nei pressi di Etnapolis
Un testimone: «Ha avuto giusto il tempo di fermarsi»

Una Opel Astra stava viaggiando con a bordo un uomo e una donna in direzione di Paternò, quando all'altezza dello svincolo che porta al noto centro commerciale l'auto ha iniziato ad avere dei problemi. «Dopo qualche istante, ha preso fuoco. Ma non ci sono stati feriti», racconta un testimone. Guarda il video

Redazione

«Stavo andando con mia figlia ad Etnapolis, quando ho notato quest'uomo accostarsi e scendere rapidamente dall'auto. Pochi istanti dopo l'auto è stata avvolta dalle fiamme» Sono stati attimi drammatici quelli vissuti poco prima delle 16 sulla statale 121, all'altezza dello svincolo di Valcorrente che porta al noto centro commerciale. Per fortuna senza conseguenze per le vittime. Un 45enne di Catania era a bordo di una Opel Astra station wagon con la sorella quando «la sua auto ha "iniziato ad accelerare da sola". Così almeno mi ha detto. Io l'ho visto in difficoltà e mi sono fermato sul bordo della strada subito dopo lui. Abbiamo subito notato un principio di incendio: porto con me sempre un estintore in auto, ma non siamo riusciti a fare nulla. Per fortuna non sono rimasti feriti», racconta a Meridionews un testimone dell'evento.

Sul posto sono intervenuti in pochi minuti i vigili del fuoco di Paternò, che hanno spento le fiamme. Nessuna conseguenza per le due persone a bordo dell'auto. «Erano diretti in direzione di Paternò». Da notare come nelle ultime settimane nella città di Paternò siano stati molti gli episodi di incendi alle auto. «L'uomo non ha notato nulla di strano all'auto, per quanto mi ha riferito», ha dichiarato il soccorritore.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×