Sanità, sequestrati beni della clinica Arka
Titolare accusato di bancarotta fraudolenta

Redazione

Cronaca – Disposti gli arresti domiciliari per l'imprenditore catanese Salvatore Musumeci. Attivo nella gestione di strutture sanitarie, l'uomo non è il solo a esser coinvolto nell'inchiesta, condotta dalla guardia di finanza di Catania, che ha predisposto misure cautelari anche per altre persone. In aggiornamento

Le indagini coordinate dalla procura etnea hanno portato gli uomini della guardia di finanza a sequestrare preventivamente alcuni beni della clinica privata Arka di Catania per i reati di bancarotta fraudolenta. 

All'interno della stessa ordinanza i magistrati hanno disposto anche gli arresti domiciliari per il titolare dell'impresa, Salvatore Musumeci, imprenditore catanese attivo nella gestione di diverse strutture sanitarie private. Che, però, non è il solo a essere stato coinvolto. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto infatti altre misure personali nei confronti di altri indagati.