Foto di: Mattia Gangi

Porto, in corso lo sbarco di 502 migranti
Sulla nave Siem pilot anche un cadavere

Mattia S. Gangi

Cronaca – Si tratta di persone di varie nazionalità, recuperate al confine con le acque territoriali libiche: vengono da Siria, Costa d'avorio, Ghana, Gambia e Senegal. Circa 200 hanno già toccato terra e sono assistiti dai volontari della Croce rossa italiana, mentre gli altri sono ancora in attesa di toccare terra. Guarda le foto

Un cadavere e 502 persone che vengono portate a terra proprio in questi momenti. È in corso, al porto di Catania, uno sbarco di migranti. Persone che sono state salvate in mare, nei giorni scorsi, dalla nave norvegese Siem pilot e che li ha trasportati fino al capoluogo etneo. Sull'ultima banchina, ai piedi del molo di Levante, sono in corso le procedure di identificazione e trasferimento dei migranti. Circa 200 sono hanno già toccato terra, ma 

Si tratta di persone di varie nazionalità, recuperati al confine con le acque territoriali libiche: vengono da Siria, Costa d'avorio, Ghana, Gambia e Senegal. Non si registrano casi di emergenze sanitarie: alcuni hanno dei traumi agli arti, alcuni delle ustioni dovute al sole, pochi altri hanno la scabbia (che si cura facilmente con qualche pomata, che viene applicata direttamente sul molo). In questo momento vengono dati loro dai volontari della Croce rossa i primi kit di sopravvivenza: acqua, cibo, scarpe e qualche capo d'abbigliamento.