Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

S.Cristoforo, rubano auto Enjoy e parte inseguimento
Un giovanissimo fermato dopo esser scappato a piedi

Gli agenti della polizia, di pattuglia nel quartiere del centro storico, hanno visto una macchina della compagnia privata correre ad alta velocità, seguita da uno scooter. Insospettiti hanno iniziato a seguirli e, dopo una corsa rocambolesca, sono riusciti ad arrestare un ragazzo del 1998

Redazione

Notte movimentata, quella appena trascorsa, per gli agenti della polizia e Giuliano Amato, classe ’98, finito in manette per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Un arresto rocambolesco, portato a termine dopo un lungo inseguimento, che gli stessi agenti definiscono «molto pericoloso» tra le vie del centro cittadino. Ci troviamo nel cuore di San Cristoforo, in via Santa Maria delle Salette, quando le forze dell'ordine in tarda sera hanno notato una Fiat 500 rossa della compagnia di carsharing Enjoy che, proveniente dalla via Plebiscito, correva ad alta velocità inseguita da uno scooter Honda SH con due persone a bordo.

La guida spericolata e il fare guardingo degli uomini sul motorino hanno portato i poliziotti a pensare che si trattasse di un furto e, per questo, hanno iniziato a seguirli.  I ragazzi sul mezzo a due ruote si sono dileguati, ma l'automobile è stata raggiunta tanto da permettere di intravedere i segni dell’effrazione. A quel punto gli agenti hanno intimato alla vettura di fermarsi ma l'ordine è stato ignorato dall'uomo alla guida, il giovane Amato, che ha iniziato a scappare nel dedalo di stradine del quartiere. 

Al termine della corsa, pensando di essere braccato, il ragazzo ha lasciato l'auto con il motore ancora acceso, fuggendo a piedi e provando a confondersi tra la clientela di una panineria. Tentativo andato male, visto che la pattuglia è riuscita a individuarlo e a portarlo in Questura. Dopo averlo recuperato, il mezzo è stato restituito alla società privata. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×