Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Porto, in corso sbarco con più di mille migranti
«Donne e bambini, controlli dureranno a lungo»

Uno dei più grossi arrivi degli ultimi mesi porta all'interno dello scalo etneo tantissime persone provenienti dalla zona subsahariana del continente africano. Nessun problema di salute importante, secondo la Croce rossa, che parla solo di stanchezza e disidratazione. In aggiornamento

Mattia S. Gangi

Sono esattamente 1.181 i migranti che questa mattina sono stati trasportati all'interno del porto di Catania dalla nave tedesca militare Rhein. Uomini, bambini e donne, anche incinte, provenienti dalla zona subsahariana (Somalia, Eritrea, Sudan ma anche Siria) del continente africano, approdati all'interno dello scalo etneo dopo essere stati messi in salvo nelle acque del Mediterraneo. Dove si trovavano a bordo di diversi gommoni che, a quanto pare, si troverebbero ancora a bordo del mezzo a disposizione dei controlli di polizia. Le operazioni di soccorso sarebbero iniziate sabato scorso, per diversi casi di emergenza provenienti da almeno venti imbarcazioni di fortuna

«Al momento abbiamo iniziato i controlli sanitari da un'ora - spiegano gli operatori della Croce rossa a MeridioNews - Sono scese a terra solo 180 persone e non abbiamo riscontrato particolari problemi di salute, solo stanchezza e disidratazione». Dato il numero rilevante di presenze, secondo il personale medico, le operazioni di primo soccorso e identificazione dureranno più o meno tutta la giornata, anche per individuare la presenza di eventuali scafisti tra i migranti. 

Sul posto, dopo essere stati avvisati in tempo, sono presenti tutte le forze dell'ordine e i funzionari ministeriali che fanno parte della filiera predisposta dalla prefettura per fare fronte a questo tipo di arrivi. I mezzi utilizzati per attraversare il mare saranno infine sequestrati dagli agenti. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×