Chiudi ✖
15

Cibali, l'ex cinema Corsaro rinasce come teatro
La riqualificazione permessa dal crowdfunding

Emanuele Ingrà

Cultura e spettacoli – La storica sala catanese è pronta a riaprire i battenti dopo otto anni dalla chiusura. Il progetto di restauro, promosso dall'associazione culturale Artime, sarà reso possibile grazie alla campagna di raccolta fondi online Terzo valore di Banca prossima. Oggi la conferenza stampa al Cortile Platamone

L'ex cinema Corsaro, uno degli edifici storici più importanti del Comune di Catania, diventerà presto il Teatro Corsaro. La sala del quartiere Cibali, a due passi dalla via Etnea, fu realizzata nell'immediato dopoguerra: faceva parte di una realtà in cui a Catania ogni quartiere e rione possedeva il proprio spazio cinematografico. «Una volta si doveva andare a Catania per vedere i film di prima visione - racconta Alberto Surrentino del cinema King a MeridioNews – Chi proveniva da Comuni come Belpasso o Sant'Agata Li Battiati si sarebbe diretto in uno dei cinema di quartiere del capoluogo etneo». Il Corsaro attraversò un primo periodo di crisi già all'inizio degli anni '80, «rischiando la chiusura – prosegue Surrentino – La concorrenza della televisione era molto forte: nonostante ciò, il cinema sopravvisse». Ma la cinematografia si muoveva verso un'altra dimensione. Fu con l'avvento dei cinema multisala (primo fra tutti il Planet nel 2000) che «il cinema di quartiere andò lentamente a morire», conclude Surrentino. Una crisi che fece perdere grosse fette di pubblico, portando alla definitiva chiusura del Corsaro il 18 maggio 2009.

I locali del Corsaro riapriranno le porte «per mettersi a disposizione di tutti i nuovi talenti siciliani, e non solo», dichiara Valentina Spampinato, direttrice artistica dell'associazione culturale Artime. Il progetto di ristrutturazione e recupero dell'ex cinema è sostenuto da Banca Prossima, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata esclusivamente al mondo no profit laico e religioso. Tramite il portale Terzo Valore, una piattaforma gratuita che crea e gestisce risorse per il terzo settore, è iniziata una campagna di raccolta fondi online per la ristrutturazione dello storico cinema Corsaro di Catania, destinata alla «creazione di un centro polifunzionale di formazione e produzione artistica a servizio dei talenti emergenti del Meridione d'Italia». Aperta dal 23 aprile, la campagna di crowdfunding di Terzo Valore destinata alla riqualifica e modernizzazione dell'ex cinema ha oggi raggiunto il 33% dell'obiettivo fissato di circa 110mila euro.

Si prevede necessario un lavoro strutturale di ammodernamento «non indifferente – spiega Spampinato a MeridioNews -. Come cinema era sprovvisto di camerini e palcoscenici, così come la sicurezza non seguiva la normativa vigente in materia di spettacolo». È prevista una totale revisione della struttura dell'ex cinema, con una sala multifunzionale in grado di ospitare concerti live, conferenze, incontri e stage. Il teatro arriverà ad ospitare 400 persone contemporaneamente, tra le tribune superiori e inferiori, che si trasformeranno all'occorrenza in un «bistrot teatrale, dove gustare degli aperitivi durante le rappresentazioni». Il cartellone del nuovo Teatro Corsaro prevede spettacoli teatralidi prosa e di lirica, musical, varietàcommedie musicali e burlesque: troveranno spazio «tanti diversi stili – prosegue Spampinato - che abbracciano le più diverse arti». Grazie alla rete costruita con altri teatri italiani, è prevista la partecipazione di diversi artisti e ospiti nazionali, come Federico Moccia e Fioretta Mari.

La campagna di restauro, promossa da Banca Prossima e organizzata dall'associazione Artime, vedrà la collaborazione di diverse realtà nazionali e locali come il Centro Arti e Mestieri dello Spettacolo CAMS, l'ente di promozione sportiva e sociale Centri Sportivi Aziendali e Industriali CSAIn e la Federazione Italiana Performer Arti Scenico Sportive FIPASS. Oggi, al Cortile Platamone nel Palazzo della Cultura in via Vittorio Emanuele II, la conferenza stampa per la presentazione del progetto del Teatro Corsaro. C'erano il sindaco di Catania Enzo Bianco, l'assessore all'Urbanistica di Catania Salvo Di Salvo, il responsabile Sicilia Est Banca Prossima Antonio Leanza, la direttrice artistica dell'associazione Artime Valentina Spampinato e i rappresentanti Dario Antoniuccio e Marcello Burgaretta.