Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Juve Stabia, le pagelle dei rossazzurri
Migliore è Manneh, rimandati Pozzeon e Parisi

Lo 0-0 di Castellamare di Stabia sancisce la fine del cammino degli etnei negli spareggi per la serie B. Dal Romeo Menti arrivano le conferme del portiere Pisseri e del terzino Djordjevic. Sul risultato finale pesa invece l'inferiorità numerica, maturata nel primo tempo, e la scelta di Pulvirenti di affidarsi alle ripartenze

Adriano Nicosia

Foto di: Filippo Galtieri - Calcio Catania pagina Facebook

Foto di: Filippo Galtieri - Calcio Catania pagina Facebook

Il Catania esce dai playoff pareggiando 0 a 0 contro la Juve Stabia. Questo è l’amaro verdetto scaturito dal Romeo Menti di Castellamare di Stabia. I rossazzurri hanno difeso con le unghia e con i denti le controffensive dei campani, cercando di fare male nelle ripartenze nonostante l’inferiorità numerica maturata durante il primo tempo con l'espulsione di Parisi. Pisseri si conferma ancora una volta una saracinesca, mentre il giovane Manneh disputa una partita di carattere rivelandosi tra i migliori in campo.

Pisseri 7,5. Il portiere etneo si conferma la solita saracinesca chiudendo lo specchio della porta più volte a Ripa e a Kanoutè.

Parisi 5. Il terzino etneo si è dimostrato troppo ingenuo commettendo un doppio fallo ai danni di Lisi costato il doppio giallo che ha lasciato il Catania in dieci uomini.

Marchese 6,5. Partita accorta ed efficace per il centrale etneo che ha commesso poche sbavature, nonostante il valore e la forza dell’attacco campano.

Gil 6. Partita muscolare e tattica per il centrale di difesa rossazzurro. Bravo in fase d’anticipo e abile ad intercettare i palloni alti, commette qualche sbavatura concedendo a Ripa di calciare indisturbato da fuori area.

Djordjevic 6,5. Buona partita in fase di contenimento per il terzino rossazzurro che sfiora addirittura la possibile rete del vantaggio nella ripresa.

Bucolo 5,5. Tanta corsa e grinta per il mediano etneo che cerca di fare quel che può. I campani sono padroni del campo e il catanese Saro cerca di dare il massimo.

Scoppa 5. Ennesima partita incolore per il regista argentino. Nessun pallone utile verso le punte etnee.

Mazzarani 6. Cerca di dare qualche pallone interessante a Pozzebon, si muove bene tra le linee, ma non riesce ad incidere come vorrebbe.

Manneh 7. Il migliore tra i rossazzurri. Corre, lotta e si dimena dimostrando carattere e caparbietà. Supera spesso l’uomo creando superiorità numerica e ottenendo falli utili a fare salire la squadra.

Di Grazia 5,5. Partita a tinte fosche per la mezz’ala rossazzurra costretto a lasciare il campo per scelta tecnica.

Pozzebon 4. Assolutamente impalpabile. Poco servito dai compagni non attacca lo spazio e non va incontro al pallone. Partita sterile che ne conferma un rendimento non all’altezza delle aspettative.

Giovanni Pulvirenti (allenatore) 5. Il tecnico rossazzurro decide di affidarsi alle ripartenze, infoltendo difesa e linea mediana. In inferiorità numerica opta per togliere un attaccante e inserire un difensore. Il Catania ha qualche sussulto solo nel finale, ma l’eccessivo equilibrio di gioco non ha premiato i rossazzurri che concludono alla prima gara il loro cammino playoff.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×