Chiudi ✖
15

Auto abbandonate, rimozione ferma da due anni
Vigili: «Possiamo soltanto multarle e segnalarle»

Mattia S. Gangi

Cronaca – Dal 2015 la convenzione tra Comune e prefettura è in stallo e le forze dell'ordine non possono spostare le carcasse delle macchine, in strada ormai da anni. Secondo il consigliere Davide Ruffino sarebbero duemila, ma per il database dei vigili urbani, invece, solo 120. Il comandante Pietro Belfiore, però, annuncia una novità

A lanciare l'allarme l'anno scorso era stato il consigliere di circoscrizione Davide Ruffino ma da allora, a quanto pare, non è cambiato nullaLe automobili abbandonate, soprattutto al centro storico di Catania, continuano a restare dove sono, in attesa che il Comune stipuli un accordo con la prefettura per la loro rimozione. Secondo le stime di Ruffino sarebbero circa duemila le vetture lasciate per strada dai legittimi proprietari in tutta la città, ma la maggior parte si troverebbero tra il quartiere Civita, la zona del Castello Ursino e l’Antico Corso. Un dato che però, stando a quello che spiega lo stesso consigliere, cozzerebbe con quello del database dei vigili urbani, secondo i quali invece le qauto abbandonatesarebbero invece 120 in tutta Catania.

La situazione di stallo attuale, come evidenzia la stessa polizia municipale all'interno della risposta ad un'interrogazione effettuata da Ruffino, porta nei fatti a un paradosso per il quale gli agenti possono segnalare e multare le macchine abbandonate ma non possono rimuoverle, se non in caso di incidente con un altro mezzo. «Il nostro intervento - scrivono i vigili - salvo sporadici casi (sono relativamente bassi i veicoli in reale stato d'abbandono o vandalizzati) è finalizzato, prevalentemente, alla verbalizzazione per mancanza della copertura assicurativa che prevede obbligatoriamente la rimozione con affidamento in custodia giudiziale alla ditta designata con bando di gara pubblica». Procedimento che, però, è ancora congelato dal 2015. «Ad oggi né la prefettura, né l'amministrazione comunale hanno provveduto a riattivare la convenzione e - conclude la municipale - siamo quindi nell'impossibilità dell'intervento».

«Da allora non è stato fatto nulla e la situazione è peggiorata - dichiara il consigliere a MeridioNews - le automobili occupano sempre il centro storico, danneggiando i commercianti e creando problemi grossi ai residenti perché tolgono posti per parcheggiare». «Ho fatto un sopralluogo con l'associazione Mobilità sostenibile e solo alla Civita si contano circa una cinquantina di veicoli in 100 metri quadrati. Il numero dei vigili, dunque - conclude - è evidentemente sottostimato».  

A restituire la versione dell'amministrazione è il comandante della polizia municipale Pietro Belfiore che parla di alcune importanti novità. «Io so che la prefettura ha dovuto rifare la gara - spiega l'ufficiale - Tuttavia il Comune ha recentemente individuato una ditta per la bonifica delle sedi stradali in caso di incidenti e, nel contratto, tra le prestazioni accessorie richieste c'è anche la rimozione delle carcasse». «Si risolverà tutto in tempo breve - aggiunge - perché siamo in fase di aggiudicazione definitiva. Duemila vetture mi sembrano eccessive - dichiara in chiusura - non nego però che siano tante e piano piano procederemo con un'azione di bonifica».