Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Truffe seriali, si spacciava per gemmologo 
Oltre un milione di euro per pietre preziose

Raggirava le vittime fingendosi un intenditore di gioielli e diamanti. Dopo avere ingannato due vittime in Spagna, il malfattore è stato arrestato dalle forze dell’ordine di Catania. Accusato di associazione a delinquere, è stato scortato al carcere di piazza Lanza

Redazione

La polizia di Catania ha arrestato un sedicente studioso di gemme preziose. Il cinquantaseienne Giovanni Levacovic è stato fermato dalle forze dell’ordine, in quanto destinatario di un mandato di cattura europeo per truffa aggravata e associazione a delinquere. Lo scorso anno, nel mese di febbraio, Levacovic aveva acquistato da una coppia di coniugi delle pietre preziose, pagando un'ingente somma con banconote false.

Spacciandosi per gemmologo, un intenditore di pietre preziose, il truffatore avrebbe incontrato i due presso un albergo nella città spagnola di Barcellona. Levacovic avrebbe acquistato dalle due vittime alcuni gioielli, tra cui un diamante dal valore di 950mila euro, per una somma superiore al loro valore effettivo. La truffa al danno dei coniugi si sarebbe conclusa tramite un pagamento di 1 milione 375 mila euro, il tutto avvenuto mediante l'utilizzo di banconote false.  

Il malfattore è stato infine arrestato dai militari della polizia di Stato, nel centro storico di Catania presso l’albergo dove risiedeva. Levacovic è stato quindi condotto negli edifici del carcere di piazza Lanza, in attesa della sentenza della corte d’appello.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×