Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Mafia, Dia sequestra patrimonio di un 34enne
È ritenuto elemento di spicco clan Santapaola

Immobili, una società e diverse autovetture. Sono i beni sequestrati nella mattina di oggi a Mirko Pompeo Casesa, arrestato il 16 aprile 2013 con le accuse di estorsione e associazione mafiosa nell'ambito dell'operazione Fiori bianchi 3. Il provvedimento del tribunale è stato proposto dal direttore Nunzio La Ferla

Redazione

Immobili, una società e diverse autovetture. Sono i beni che la direzione investigativa antimafia di Catania sta ponendo sotto sequestro - già dalle prime ore della mattina - in esecuzione di un apposito decreto della sezione misure di prevenzione del tribunale etneo, nei confronti del 34enne Mirko Pompeo Casesa, ritenuto dagli inquirenti elemento di spicco del clan mafioso Santapaola-Ercolano, in particolare membro del gruppo di Mascalucia

L'uomo era stato arrestato il 16 aprile 2013 nell'ambito dell'operazione Fiori bianchi 3 con le accuse di estorsione e associazione mafiosa. Il sequestro del suo patrimonio è stato disposto da piazza Verga in applicazione della misura di prevenzione proposta del direttore della Dia catanese Nunzio Antonio La Ferla

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×