Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Campo San Teodoro, la festa per Pippo Peppe
Lautari in concerto dai Briganti rugby Librino

Si chiama Happy23 e si terrà venerdì nella sede dell'associazione sportiva del quartiere alla periferia Sud di Catania. Un appuntamento per festeggiare il compleanno di Giuseppe Mastroeni, musicista e rugbista, scomparso a marzo dell'anno scorso dopo una lunga malattia. In attesa della Rugby Jam

Redazione

Buon compleanno, Pippo Peppe. Il senso è più o meno quello di festeggiare con lui il suo compleanno, anche se lui non c'è più. Il 23 giugno al campo San Teodoro Liberato di Catania si terrà Happy23, un appuntamento fatto di musica, cibo e rugby per ricordare Giuseppe Mastroeni, musicista e rugbista dei Briganti Librino scomparso a marzo dell'anno scorso al termine di una lunga malattia. Dopo la sua morte, gli amici più cari hanno messo in piedi la Rugby Jam - la prima edizione si è tenuta il 13 agosto 2016 sulla spiaggia di Roccalumera (in provincia di Messina) -, che quest'anno arriverà alla seconda edizione e che sarà presentata proprio in occasione di Happy23 nel capoluogo etneo.

Sul palco catanese saliranno i Lautari (musicisti folk noti per avere spesso accompagnato Carmen Consoli) e i Black little bag (giovane gruppo rock blues), che poi lasceranno il posto al dj set di Miss Cat Clap. La musica inizia alle 21, mentre dalle 19 ci sarà un aperitivo (anche per vegetariani) con birra e sangria. Prima ancora, però, si terrà la premiazione del Rugby jam challenge (hashtag #RJchallenge). L'anno scorso, alla prima edizione della Rugby Jam, c'erano tantissimi gadget personalizzati. Dalle t-shirt ai braccialetti. Da febbraio scorso chiunque volesse ha scelto di fotografarsi in ogni parte d'Italia con i gadget, condividendo lo scatto sulla pagina Facebook di Rugby Jam. Al fotografo o alla fotografa dell'immagine più quotata andrà la maglia creata da Andrea Maggio.  

In attesa della prossima edizione di Rugby Jam - che si terrà a Roccalumera il 29 luglio - è nata l'Associazione 23, che si occuperà di organizzare altre iniziative che a Pippo Peppe sarebbero piaciute. Il presidente è Ugo Mastroeni, suo fratello, la vicepresidente è Rita Narzisi, mentre il segretario è Carmine Prestipino. A comporla è tutto lo staff di Rugby Jam. L'appuntamento, anche quest'anno, ha per obiettivo anche quello di fare beneficenza: parte del ricavato della serata andrà ai Briganti rugby di Librino e parte alla onlus Salus D'Agostino che, all'ospedale di Taormina, si occupa di dare supporto alle persone sotto poste a chemioterapia. Su Produzioni dal basso è attivo un crowdfunding per donare anche a distanza.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×