Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Picchia dipendente fino all'aborto: arrestato 69enne
Minacce, stalking e una prima denuncia poi ritirata

Ha subito un'interruzione della gravidanza in seguito alle violente percosse del titolare, pregiudicato catanese invaghito della ragazza. Dopo vari tentativi e approcci, avrebbe pedinato la giovane fin sotto casa, picchiandola al ventre. I carabinieri di piazza Dante hanno proceduto ad arrestare l'uomo

Redazione

Perde il figlio in seguito alla violenza e alle minacce del datore di lavoro. Succede a Catania, dove una 29enne  ha subito un aborto spontaneo provocato dalle percosse del titolare, un pregiudicato catanese di 69 anni. Il pestaggio sarebbe arrivato in seguito a ripetute molestie e atti di vero e proprio stalking subiti dalla vittima. L'uomo avrebbe assunto la ragazza durante i primi mesi del 2016, nel ruolo di collaboratrice domestica a sostegno dell'anziana madre. Tuttavia, dopo solo qualche breve periodo di tempo, la 29enne si sarebbe presto ritrovata al centro di particolari attenzioni da parte del datore di lavoro

Attenzioni puntualmente respinte: così sono cominciate minacce aggressioni fisiche. La donna sarebbe stata costretta a procedere alla denuncia nei confronti dell'aguzzino, a cui sarebbe seguito un divieto di avvicinamento. Dopo avere convinto la ragazza a ritirare la querela, il 69enne sarebbe tornato alla carica lo scorso maggio. Sarebbe arrivato a pedinare la donna fin sotto casa facendole nuovamente proposte di esplicita natura

A seguito dell'ennesimo rifiuto, lui avrebbe cominciato a colpirla con pugni e calci. Dopo aver soccorso e trasportato la vittima in ospedale, i medici hanno diagnosticato l'interruzione della gravidanza causato dallo spavento e dai colpi subiti al ventre. I carabinieri della stazione di piazza Dante hanno conseguentemente proceduto all'arresto dell'individuo per il reato di lesioni aggravate, di interruzione della gravidanza e di lesa tutela della maternità. L'arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di piazza Lanza.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×