Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Maltempo, allagamenti nell'area etnea e ionica
Automobilisti costretti a salire sui tetti dei mezzi

Dopo il grande caldo dei giorni scorsi sono arrivati gli acquazzoni, che hanno colpito sia la zona ai piedi dell'Etna che i Comuni di Giarre e Riposto. Vigili del fuoco in azione in numerosi sottopassi. Situazione diametralmente opposta nel calatino, dove le squadre dei pompieri sono a lavoro per spegnere alcuni incendi

Salvatore Caruso

Una domenica atipica per i vigili del fuoco del comando provinciale etneo, impegnati, da una parte, nell’area compresa tra Mascalucia, Pedara e Riposto, a soccorrere automobilisti rimasti in panne a causa di un nubifragio che si è abbattuto dalle 10.30 e che ha provato allagamenti nelle abitazioni e negli esercizi commerciali a piano terra. Dall’altro a spegnere incendi provocati dal caldo e dalla mano scellerata dell’uomo che hanno interessato la zona del calatino, ossia l’area compresa tra Caltagirone, Grammichele e Vizzini

Il nubifragio della mattinata di oggi ha provocato l’allagamento di contrada Ombra, tra i comuni di Mascalucia e Pedara. Decine le auto rimaste in panne, soprattutto nei sottopassi. La centrale operativa dei vigili del fuoco di Catania, già a partire dalle 10.44, è stata tempestata da chiamate per chiedere interventi. Diversi i mezzi bloccati con i rispettivi occupanti costretti a salire sui tetti delle autovetture per evitare il peggio. La stessa situazione si è verificata in contemporanea tra Giarre, Riposto e Mascali. Abitazioni e esercizi commerciali che si trovano a piano terra, a ridosso della costa, sono rimasti allagati. A soccorrere i residenti e gli automobilisti gli uomini del 115 del distaccamento di Riposto e i sommozzatori dei vigili del fuoco. 

Dalla centrale operativa del comando provinciale spiegano anche che è stato messo sotto osservazione la zona del torrente Lavinaio ad Acireale. Solo nel primo pomeriggio l'emergenza allagamenti è rientrata.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×