Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Peo, il panificio di via Trieste dedicato cani e gatti
L'idea di un'appassionata di cucina e un'architetta

Ha aperto sette mesi fa nel centro di Catania e ci si trovano dai biscotti ipoallergenici alle torte di compleanno, dalle barrette per i denti al gelato. «Prepariamo tutti i prodotti con ingredienti di qualità e ad uso umano», racconta Loredana Catania, una delle due proprietarie, a MeridioNews. Guarda le foto

Giorgia Lodato

Foto di: Giorgia Lodato

Foto di: Giorgia Lodato

«Consiglio di venire col proprio cane, perché da soli non si è mai sicuri di cosa scegliere, mentre il nostro amico a quattro zampe è il vero assaggiatore d’eccezione». E infatti ad accogliere i clienti di Peo, panificio per cani e gatti aperto lo scorso dicembre in via Trieste a Catania, ci sono Oscar, Elsa e Pietro, mascotte del locale e primi assaggiatori delle ricette gourmet preparate giorno dopo giorno. Protagoniste di questa avventura sono le catanesi Loredana Catania, appassionata di cucina, e l’architetta Ornella Cantone, accomunate da una grande passione per la cura e l’alimentazione di cani e gatti. «A causa di una forte intolleranza al pollo sviluppata da Elsa, la mia Labrador, mi sono ritrovata a doverle preparare dei biscotti ad hoc, visto che è una gran mangiona e nessuno snack si adattava alle sue esigenze», racconta Loredana mentre sistema il negozio in attesa dei clienti.

«Ho preparato una prima ricetta semplicissima, a base di omogeneizzati per aromatizzare il biscotto, poi ho cominciato a usare frutta e verdura freschi e a documentarmi su quali alimenti fanno bene agli animali e quali è meglio evitare». I primi esperimenti hanno riscosso successo anche tra gli amici del parco Gioeni, che Loredana ed Elsa frequentano spesso, e tra una chiacchiera e l’altra è nata un’amicizia con la socia Ornella Cantone, che ha da subito mostrato curiosità per l’argomento. «Tre anni fa abbiamo iniziato a condividere diverse esperienze che vanno ben oltre la cucina e comprendono antiparassitari, shampoo, salviettine, dentifrici e prodotti di ogni genere», spiega Loredana. «Mentre eravamo su un aereo per Dublino – continua - le ho proposto di aprire un pet shop e dopo averci riflettuto per qualche giorno mi lanciò l’idea del panificio per cani, in cui potevamo sfruttare appieno le mie capacità culinarie e la sua curiosità in questo campo. Inutile dire che ho accettato subito».

Da lì è iniziato un percorso di approfondimento sugli alimenti che danno benessere agli animali, che vengono preparati - con l’autorizzazione dell’Asp veterinaria - nella cucina attrezzata all’interno del negozio, con ingredienti di prima qualità e anche a uso umano, senza additivi chimici, conservanti, lieviti, coloranti o scarti. Come tiene a sottolineare più volte Loredana, che prepara torte, snack e biscotti usando ananas, pere, petto di tacchino e farina di riso, patate, barbabietole, cardo mariano, curcuma, grano saraceno, zucchine e finocchi, per citarne alcuni. «Abbiamo anche studiato una linea per cani intolleranti, una ipoallergenica che non prevede l’uso di farine e proteine, una extra-light adatta ai cani in sovrappeso e sterilizzati». 

Oltre a taralli, cracker, carne essiccata e una barretta ricoperta di avena chiamata dentastick che grazie al prezzemolo e al miele serve per pulire la bocca. «Prepariamo anche il cAngelato in tre gusti e la torta di compleanno, che dalla forma ricorda una cheesecake, con patate o riso più una proteina a scelta del cliente, topper realizzato con gelatina di carote, barbabietola o zucchina e decorazioni e scritte commestibili preparati con una ricetta segreta». Come il gelo di riso e manzo ricoperto di centrifugato di zucchine preparato per i tre anni di Leon e Blacky. Ce n’è per tutti i gusti, insomma, anche per i gatti, di natura più schizzinosi. «Di prove ne abbiamo fatte a bizzeffe usando come cavie i gatti della mia socia – osserva la titolare - Se loro non li mangiano non li commercializziamo e finora abbiamo avuto fortuna con le alici essiccate, il biscotto al Parmigiano Reggiano stagionato 24 mesi e il kore, fatto con fecola di patate e cuore e fegato di pollo».

Introdursi in questo mercato non è stato semplice, anche se proprio in questi giorni le ragazze hanno venduto per la prima volta un espositore con i loro prodotti a un negozio di Piedimonte Etneo, segno che la novità comincia a suscitare interesse anche fuori dal perimetro del negozio. «Molti hanno già il loro fornitore di fiducia, ma chi sta imparando a conoscerci capisce che non siamo il classico negozio per animali. Cerchiamo di consigliare il cliente al meglio anche quando va contro i nostri interessi perché non possiamo accontentare le sue richieste, perché quello che ci sta a cuore è indirizzarlo verso la soluzione più adeguata per il suo animale».  

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×