Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

San Gregorio, vasto incendio alla riserva naturale
Danneggiati i boschi ai margini dell'area protetta

Nonostante il servizio di vigilanza, un altro rogo - dopo il primo che si è verificato il 12 luglio - ha interessato il territorio del complesso Immacolatelle e Micio Conti. Riconosciuto Sito di interesse comunitario del 2008 e dal 2015 zona speciale di conservazione per decreto del ministero dell'Ambiente. Guarda foto e video

Redazione

Foto di: Salvatore Costanzo

Foto di: Salvatore Costanzo

Nonostante il servizio di vigilanza, un altro incendio ha interessato il territorio della riserva naturale integrale Complesso Immacolatelle e Micio Conti. Il rogo si è sviluppato ieri, intorno alle 14, in via Bellini a San Gregorio. A darne notizia è il Cutgana, il centro di ricerca dell'università di Catania che gestisce un'area protetta all'interno della riserva. Secondo la ricostruzione dell'organismo universitario, a essere colpita è stata buona parte della zona esterna. Un fatto che arriva dopo che il 12 luglio scorso un altro incendio aveva interessato la zona ovest.

L'area protetta è stata istituita nel 1998 e tutela un complesso di nove grotte laviche che si estende per 25 ettari: un tipico paesaggio agrario fatto di piccole costruzioni, saje per la distribuzione dell'acqua e a muri a secco. Sul posto sono intervenuti i mezzi del distaccamento forestale di Zafferana Etnea e i vigili del fuoco di Catania e Acireale. Intorno alle 17 è intervenuto, per spegnere l'incendio, anche un elicottero militare del servizio regionale antincendio. 

A causa dei due roghi - quello di ieri e quello del 12 luglio - sono stati danneggiati lembi di vegetazione forestale che formano «dei boschi termofili - si legge in una nota diffusa alla stampa - una vera rarità per l'intero comprensorio etneo». La riserva naturale nel 2008 è stata inclusa tra i Siti di interesse comunitario (Sic) e dal 2015, con decreto del ministero dell'Ambiente, è anche zona speciale di conservazione. Stando al rapporto 2016 dell'Ispra, rappresenta un sito di particolare importanza per il flusso migratorio autunnale di diverse specie di uccelli migratori. Nella riserva nidificano, inoltre, anche rapaci come la poiana, il gheppio e il barbagianni.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×