15

Ersu, bando per le borse di studio 2017/2018
Termine ultimo per le domande l'11 settembre

Emanuele Ingrà

Formazione e lavoro – Come ogni anno, il concorso pubblico è riservato a studenti e studentesse in possesso dei requisiti di reddito, di merito e di carriera universitaria. Le richieste dovranno essere compilate per via informatica sul sito dell'ente. Ecco quello che c'è da sapere per decidere se partecipare

Aperti i termini per le domande di attribuzione di borse e servizi per il diritto allo studio universitario per l’anno accademico 2017/2018. L’Ersu (Ente regionale per il diritto allo studio universitario) di Catania ha bandito un concorso pubblico, riservato a studenti e studentesse in possesso dei requisiti di reddito, di merito e di carriera universitaria previsti dal bando pubblicato all’interno del sito dell’Ersu Catania. Le richieste di assegnazione dei benefici dovranno essere compilate per via informatica. Per accedere alla domanda on-line è necessario collegarsi al sito dell’ente e accedere all’aria riservata agli studenti, seguendo la procedura indicata: il termine ultimo per partecipare è fissato a lunedì 11 settembre 2017 fino alle ore 14.

Possono partecipare al concorso tutti gli studenti iscritti o che intendono iscriversi per l’anno accademico 2017/2018 all’università di Catania, all’accademia delle Belle arti di Catania e alla Abadir di Sant’Agata Li Battiati, agli istituti musicali Vincenzo Bellini di Catania e Caltanissetta per le seguenti tipologie di corso: laurea triennale, laurea magistrale biennale e laurea magistrale a ciclo unico. Le borse di studio erogate dall’Ersu sono incompatibili con altre borse di studio concesse da altri enti pubblici. Gli studenti laureandi che si iscriveranno per l’anno accademico 2017/2018 e che non si laureeranno entro il 31 dicembre 2017 avranno diritto all’importo della borsa dimezzato.

L’articolo 7 del bando determina i requisiti di merito fondamentali per l’attribuzione dei benefici erogati dall’Ersu. Gli studenti che si iscrivono al primo anno, nei corsi di laurea triennale o magistrale a ciclo unico, devono essere in possesso del diploma di scuola media superiore; mentre gli studenti che intendono iscriversi a un corso di laurea magistrale biennale devono essere in possesso del diploma di laurea triennale o devono conseguirlo entro il 31/12/2017 per gli iscritti all’università di Catania ed entro il 30/04/2018 per gli studenti degli istituti di alta formazione artistica e musicale. Agli studenti iscritti ad anni successivi al primo vengono, invece, richiesti i requisiti di merito al momento della presentazione della domanda. I requisiti di merito sono valutati sulla base dei crediti acquisiti e degli esami conseguiti complessivamente al momento dell’immatricolazione fino al 10 agosto 2017. Per poter partecipare al bando, infine, è fondamentale rientrare nei limiti di reddito e patrimonio stabiliti23mila euro per l’indicatore della situazione economica equivalente per prestazioni universitarie (Isee o redditto) e a 50mila euro per quella patrimoniale equivalente (Ispe o patrimonio). Il superamento anche di uno solo di essi è causa di esclusione.

Obiettivo dichiarato di Alessandro Cappellani e Valerio Caltagirone, rispettivamente presidente e direttore dell’Ersu di Catania: tagliare i rami secchi «per destinare le risorse all’incremento delle nostre offerte e chiudendo le residenze non gradite agli studenti». È prevista invece l’apertura di una nuova residenza con 74 posti letto all’interno della cittadella universitaria: «Da ex studente fuori sede sono vicino alle esigenze di chi non abita in famiglia e l’efficienza e la qualità dei servizi sono indispensabili per fare sentire i ragazzi come fossero a casa», spiega Caltagirone. Prima di procedere alla compilazione della domanda, è consigliato essere in possesso dei dati anagrafici e di reddito, tramite la dichiarazione Isee per il diritto allo studio universitario (rilasciata a partire dal 16 gennaio 2017) e, per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo, dei requisiti di merito.