Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, amministrazione e onlus siglano intesa
L'obiettivo è migliorare la sicurezza sulle strade

Il sindaco Nino Naso ha incontrato i responsabili dell'associazione Vicky Aureliano, che porta il nome di una ragazza morta in un incidente stradale. C'è un accordo per dotare alcune importanti arterie viarie di strisce pedonali con quattro stalli

Salvatore Caruso

Un passo avanti per accrescere la sicurezza stradale è la stretta collaborazione nata tra l’amministrazione comunale di Paternò e la Vicky Aureliano Onlus: si tratta di un’associazione nata per volontà dei familiari di Vicky Aureliano, ragazza poco più che ventenne morta in un incidente stradale insieme ad altri tre ragazzi, Gianluca Parisi, Antonino Faranda e Giuseppe Russo. Lo scontro frontale tra due moto si verificò la sera del 7 ottobre del 2015 lungo viale Unità d’Italia. Una realtà associativa che si prefigge di dare sostegno alle famiglie di vittime della strada e che si adopera per la diffusione, anche mediante incontri nelle scuole cittadine, di una maggiore consapevolezza sulla sicurezza alla guida.

Il sindaco Nino Naso ha incontrato Angelica Aureliano, presidente della onlus, con l'intenzione di perseguire azioni concrete per accrescere la sicurezza in quelle arterie stradali comunali in cui maggiore è la presenza di pedoni. Presenti all’incontro anche il comandante dei vigili urbani Antonio La Spina e la vice presidente del Consiglio comunale Martina Ardizzone, da sempre vicina all'associazione. Obiettivo della collaborazione, nell'immediato, sarà quello di dotare di strisce pedonali con quattro stalli le zone di via Pietro Lupo e via Fiume, in prossimità del terzo circolo didattico Aldo Moro, nonché il corso del Popolo, nelle immediate vicinanze al liceo scientifico Enrico Fermi. Lavori che saranno eseguiti con fondi messi a disposizione dall'associazione stessa. 

«Ringrazio l'associazione, che è riuscita a trasformare un terribile evento luttuoso - ha detto il primo cittadino - in qualcosa di estremamente positivo. Da parte dell’amministrazione c’è la massima disponibilità, per questo abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di collocare degli stalli -prosegue - in quelle strade, in cui si trovano le scuole, soprattutto quelle elementari». 

Per Angelica Aureliano l’incontro con il sindaco è stato fruttuoso: «Si è pensato di collocare - dice - questi stalli in queste due realtà stradali, ma si tratta soltanto di una ipotesi su cui si sta lavorando, non escludendo altri punti sensibili. La nostra attività - continua - punta a sensibilizzare i giovani sulla sicurezza stradale. Quando prima, ci auguriamo, nelle prossime settimane, gli attraversamenti pedonali rialzati saranno collocati per accrescere la sicurezza in quelle zone dove saranno piazzati». 

Le attività portate avanti dall'associazione fin dalla sua costituzione hanno lasciato alla città di Paternò segni concreti: per esempio la messa in sicurezza delle di corso Marco Polo e viale Unità d’Italia, dove sono stati installati gli attraversamenti pedonali dissuasori di velocità

«Nei prossimi giorni effettueremo dei primi sopralluoghi - ha detto il comandante La Spina - l’associazione ha fondi per collocare solo 4 stalli, nelle zone più sensibili della città. Andremo a mettere degli attraversamenti pedonali, costituiti da una base e due alette di ingresso, dall’una e dall’altra parte. Un intervento che consente un rallentamento delle auto e permette ai pedoni, soprattutto ai più piccoli, un attraversamento in estrema sicurezza». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×