Chiudi ✖
15

Foto di: carabinieri

Paternò, arrestato scippatore seriale di anziane
In carcere il 21enne Salvatore Giuliano Cunsolo

Salvatore Caruso

Cronaca – A quanto pare il giovane entrava in azione in strade non affollate. Le indagini dei carabinieri sono scattate a marzo, dopo la denuncia di quattro donne. Due delle quali erano finite in ospedale. Le accuse sono furto con strappo e lesioni. Anche a Biancavilla sono in aumento i reati predatori. Guarda foto e video

Salvatore Giuliano Cunsolo, 21 anni

Le sue vittime erano per lo più donne anziane, in due circostanze finite in ospedale. Entrava in azione mentre si trovavano in strade non affollate. Dopo una specifica indagine i carabinieri di Paternò hanno arrestato il catanese Salvatore Giuliano Cunsolo, 21 anni. L’arresto si è concretizzato nel pomeriggio di mercoledì, quando il gip del tribunale di Catania, esaminando la documentazione prodotta dai militari, ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare: l’uomo si trova adesso al carcere di Piazza Lanza. 

Gli approfondimenti dei carabinieri sono scattati a marzo, a seguito di quattro denunce presentate da altrettante vittime di scippo. All’interno delle borse vi erano, oltre ai documenti, ai bancomat e a oggetti personali, anche somme in contanti fino a 200 euro. Come detto, in due circostanze le donne aggredite avevano subito delle lesioni, nel tentativo di opporre resistenza. Più nel dettaglio, a una signora di 82 anni era stato riscontrato un «trauma contusivo alla spalla sinistra e un trauma alla spalla destra sede di pregresso intervento chirurgico», con una prognosi di 15 giorni. Un'altra donna di 68 anni ha riportato «fratture al collo e all'omero sinistro». Entrambe erano state ricoverate presso l’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò.

Le immagini acquisite hanno permesso agli inquirenti di risalire alla vettura utilizzata da Cunsolo per darsi alla fuga, una Fiat Punto. A bordo del veicolo è stata rinvenuta parte della refurtiva, già restituita alle proprietarie. I carabinieri hanno inoltre trovato dentro il mezzo anche un’effigie con preghiera di Santa Rita, con una custodia di colore marrone, che una delle anziane aveva indicato come presente nella propria borsa al momento dello scippo. 

I militari hanno inoltre perquisito l’abitazione dell’indagato, dove è stato trovato l’abbigliamento utilizzato durante gli sicppi. I reati contestati sono furto con strappo e lesioni, aggravati dall’aver approfittato di circostanze di persona (un riferimento all’età delle vittime) tali da ostacolare la privata difesa, oltre alla recidiva specifica infra quinquennale

Ma non è solo a Paternò che si sono verificati casi di scippi seriali. A Biancavilla durante il mercato settimanale di via Filippo Turati, in programma mercoledì, sono frequenti i casi di borseggio. Nell’ultima settimana sono state tre le persone che si sono presentate nella caserma dei carabinieri per denunciare il furto. Poco più di 100 euro il bottino complessivo. La settimana scorso, invece, si registrati almeno cinque episodi.