Chiudi ✖
15

Foto di: CataniaWondertime

Catania Wondertime, 130 artisti alla mostra itinerante
«Rispondiamo a un buio culturale senza precedenti»

Giorgia Lodato

Cultura e spettacoli – Performance di danza, teatro e musica, fotografie, quadri, sculture e video. Tutto questo nell'esposizione che da domani e fino al 9 ottobre animerà gli spazi del centro storico di Catania. Dalle vetrine dei negozi di via Etnea fino al molo di San Giovanni Li Cuti. È l'idea dell'imprenditrice Rossella Pezzino de Geronimo

Immergere i visitatori nella bellezza dell'arte e della storia. Facendo avvicinare il grande pubblico, spesso distratto e preso dalla propria realtà quotidiana, alle nuove tendenze dell'arte. Una dimensione che verrà riscoperta, anche dall'occhio inesperto e diffidente, nella vita di tutti i giorni. È questa la mission che si è prefissata di raggiungere l'imprenditrice, artista e fotografa catanese Rossella Pezzino de Geronimo con Catania Wondertime, la mostra itinerante che dal 9 settembre al 9 ottobre proporrà in giro per la città manifestazioni, mostre ed eventi culturali. «Recentemente, sciando, mi sono rotta la rotula e sono stata costretta a rimanere nel letto di una clinica delle Dolomiti senza potermi muovere», racconta Pezzino a MeridioNews. «È stato in quel periodo che ho ideato un progetto che potesse dare qualcosa alla mia città, sempre più afflitta da un buio culturale senza precedenti».

L'idea è quella di portare fuori da musei e gallerie fotografie, quadri, sculture, performance di danza, teatro e musica, video e opere di 130 artisti italiani e stranieri. «Per la mostra diffusa ho scelto luoghi d'eccellenza, dalle mura barocche e le terrazze che offrono splendidi panorami alle vetrine dei negozi di via Etnea, corso Italia e viale Ionio, dall’orto botanico al molo di San Giovanni li Cuti». Diversi gli obiettivi dichiarati dall’organizzatrice. In primis, creare un percorso virtuoso all'interno della città, che possa far comprendere ai catanesi come «malgrado i problemi – spiega Rossella Pezzino - siano fortunati ad avere dei luoghi meravigliosi, che rappresentano, in fondo, la nostra vera ricchezza».

Ma anche fare in modo che le persone possano toccarli, viverli in prima persona e vederli con occhi nuovi. «Gli spazi fisici – chiarisce - diventano luoghi mentali, dove i confini tradizionali di tempo e misura lasciano il campo a una dimensione immaginaria». L’evento serve anche a riavvicinare i cittadini al centro catanese e distoglierli, almeno per un po’, dai grossi centri commerciali. «All’interno dei negozi del centro verranno organizzati gli aperitivi d'artista, oltre a diverse iniziative che si susseguiranno durante l'arco della giornata, perché voglio che la gente abbracci la strada attraverso quadri, sculture, installazioni e tutte le forme espressive possibili». «È una bella storia – precisa Pezzino de Geronimo - che grazie al lavoro svolto da un comitato promotore composto da amici, professori, esperti e professionisti è riuscita a coinvolgere tutta la città e i suoi quartieri, che verranno segnalati su un’apposita mappa creata per l’evento».

Un progetto che, dichiara la fotografa catanese, vuole essere «un atto d'amore nei confronti di questa città, assetata di iniziative culturali e ricca di enormi potenzialità che purtroppo non vengono valorizzate a dovere». Ognuno però, nel suo piccolo, può contribuire alla crescita del proprio territorio. Riuscendo, innanzitutto, a emozionarsi e a seminare la bellezza. Perché è quella che nei momenti bui, secondo Rossella Pezzino, «riesce a smuoverti e a sollecitare i sensi, dilatando l’anima e portando chi fruisce dell’arte a nutrire speranze nuove e uscire dalla disperazione».