Chiudi ✖
15

Foto di: Giorgio Tosto

Catania, domani torna a parlare Antonino Pulvirenti
Annuncio di Lo Monaco mentre presenta gli acquisti

Giorgio Tosto

Sport – Il direttore ha presentato alla stampa gli ultimi tre giocatori rossazzurri: il difensore ex Cosenza Blondett, il centrocampista Fornito e l’attaccante esterno Ze Turbo, in prestito dall’Inter. Domani alle 11:30, intanto, il patron tornerà a esporsi in conferenza stampa a Torre del Grifo, dopo lo scandalo combine

Iniziare dalla fine, stavolta, è doveroso. L’amministratore delegato rossazzurro Pietro Lo Monaco, a margine della conferenza stampa di presentazione di Edoardo Blondett, José Correia e Giuseppe Fornito, ha infatti ufficializzato la presenza del patron Antonino Pulvirenti domattina (alle 11:30) in sala stampa. «La conferenza stampa di domattina nasce dal desiderio del proprietario di chiarire le vicende passate: possibilmente sarà il primo approccio per ricucire il rapporto con una tifoseria delusa da quattro anni di grandissime difficoltà. Il bisogno di volersi confrontare con la propria gente – prosegue Lo Monaco – fa onore alla proprietà: questo è sinonimo di forza, non di debolezza. Mi sembrava il momento giusto e l’occasione adeguata per far sì che si possa svelenire il clima e continuare il percorso che abbiamo cominciato: in questa avventura di risanamento, infatti, il supporto della proprietà è stato fondamentale. Se dall'orlo del fallimento siamo arrivati alla situazione odierna, ciò è grazie all'operato del proprietario».

La presentazione alla stampa degli ultimi tre acquisti è stata anche utile per fare il punto della situazione, dopo la bella vittoria interna contro il Lecce: «Questo campionato va affrontato con una forte dose di agonismo, combattività e determinazione: se una squadra riesce a mettere tutto questo in campo la differenza, alla fine, può essere fatta dalla qualità tecnica. Non esistono tante squadre che, come la nostra, possano fare cinque sostituzioni facendo entrare altrettanti titolari. Contro il Lecce – prosegue Lo Monaco – è stato bello rivedere la nostra gente allo Stadio e vedere la squadra giocare col cuore, dando tutto. Adesso bisogna memorizzare tutto questo e non fermarsi».

Le prime dichiarazioni di Blondett, Fornito e José Correia Ze Turbo sono piene di entusiasmo e speranza per la stagione appena cominciata. Edoardo Blondett, difensore centrale classe 1992 ed ex colonna del Cosenza, mostra di avere le idee chiare: «Ormai non sono più un ragazzino, faccio questa categoria da qualche anno e sono felicissimo di essere approdato in una società gloriosa, dal progetto importante. Col Catania c’erano già stati contatti in passato, poi sono andato a Livorno ma non è sbocciato l’amore. Quando è arrivata la chiamata dai rossazzurri ho riprovato quelle emozioni senza le quali non puoi fare il calciatore. Abbiamo individualità incredibili – prosegue il difensore – sono arrivato in un pacchetto difensivo molto competitivo: farò del mio meglio per guadagnarmi la possibilità di giocare il più possibile. Far bene a Catania vale doppio, a livello di esperienza personale e prestigio generale».

Per il centrocampista Giuseppe Fornito, 23enne ex Trapani, quello alle falde dell’Etna è un ritorno, dopo le 23 presenze dello scorso anno: «Ho sempre avuto la speranza di poter tornare in questa grande società. Quando mi è arrivata la chiamata del Catania non stavo più nella pelle, ho accettato subito. Devo lavorare con umiltà per mettere in difficoltà mister Lucarelli nelle scelte. Lo scorso anno ho capito quanto vincere qui sia diverso rispetto ad altre parti: farlo al Catania è una vera e propria sfida, spero di poterla portare a termine assieme a tutti. Per vincere ci vuole unità, dovremo essere anzitutto una famiglia».

Battesimo in sala stampa anche per José Correia, noto anche come Ze Turbo: l’attaccante esterno classe 1996 ex Sporting Lisbona, di proprietà dell’Inter, non nasconde la sua ambizione e la volontà di sfruttare questa esperienza in rossazzurro per continuare nel suo percorso di crescita. «Sono molto felice di essere qui: quando sono arrivato mi sono sorpreso per l’organizzazione. Sono stato in tanti club importanti, qui non c’è molta differenza. Ci sono tutte le condizioni per tornare a crescere, in una squadra organizzata e in una città fantastica. Spero come sempre di dare il massimo per aiutare la squadra: mi trovo bene, sto legando con i compagni. Sono un ragazzo ambizioso – ammette Ze Turbo – e punto a vincere il campionato. Sinora ho fatto pochi minuti: la Serie C, però, non è facile: spero di fare buone cose, anche perché il Catania ha avuto fiducia in me nonostante un’ultima annata non facile. Continuerò a lavorare: sono pronto ad attendere l’opportunità giusta».