Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Metro Shuttle, inaugurato il nuovo servizio navetta
«Da stazione Milo a parcheggio Sofia in 10 minuti»

I bus collegheranno la fermata metropolitana con il parcheggio scambiatore, passando per la cittadella universitarie e il Policlinico. Garantite 62 corse ogni giorno con due fasce orarie. Il servizio sarà compreso nel titolo di viaggio per il treno sotterraneo. Entusiasta il commissario di Fce Virginio Di Giambattista. Guarda il video

Dario De Luca

L'attesa è finita e, dopo l'inaugurazione della fermata avvenuta a fine marzo, da lunedì sarà possibile utilizzare il nuovo servizio navetta della metropolitana di Catania. I bus collegheranno la stazione Milo, nei pressi dell'ex ospedale San Luigi, al parcheggio scambiatore Santa Sofia. In mezzo ci saranno alcune fermate intermedie: viale Andrea Doria, Cittadella universitaria est, Policlinico est, dipartimento di Agricoltura e parcheggio Santa Sofia.

 

All'inaugurazione erano presenti i vertici della Ferrovia Circumetnea, il sindaco di Catania Enzo Bianco e il rettore dell'università etnea Francesco Basile. Insieme, cronometro in mano, hanno effettuato la prima corsa di prova. Il servizio dovrebbe coprire il percorso in dieci minuti con la possibilità di sfruttare la fermata della metropolitana per raggiungere anche il centro della città, fino alla stazione di Stesicoro, lungo il corso Sicilia.

«Oggi inizia una fase in progress di questo programma ambizioso - spiega il commissario governativo della Circumetnea Virginio Di Giambattista - che riguarda il riordino dei servizi, dei parcheggi di scambio e l'intermodalità». Poco prima della corsa inaugurale i vertici dei tre enti si sono seduti attorno a un tavolo della stazione per la firma della convezione. Il servizio metro Shuttle, secondo le previsioni, effettuerà 62 corse giornaliere con due fasce orarie. La prima dalle 7 alle 15 con frequenza di dieci minuti. La seconda, dalle 15 alle 20, con frequenza 20 minuti. A esclusione dei giorni festivi. 

Il tempo medio di percorrenza, dal capolinea e ritorno, sarà di circa 20 minuti. Un capitolo a parte è quello che riguarda i costi. Il servizio del bus navetta sarà disponibile in maniera gratuita per chi possiede un titolo di viaggio, non scaduto, della metropolitana. Sono esclusi i costi del parcheggio in via Santa Sofia. Raggiante il sindaco Bianco, accompagnato dagli assessori Salvatore Andò e Rosario D'Agata. Con loro anche il capo di Gabinetto Giuseppe Spampinato: «È tra le iniziative più innovative promosse in Italia in questo momento - spiega il primo cittadino dopo la firma della convezione -. Sono orgoglioso di questa collaborazione».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×