Chiudi ✖
15

Acireale, netturbino getta rifiuti in terreno privato
L'assessore: «Atto di sabotaggio, ditta provveda»

Carmelo Lombardo

Cronaca – Un operatore ecologico della Tekra - che pare sia già stato identificato - è stato ripreso, nel primo pomeriggio di ieri, mentre lancia la spazzatura raccolta nell'area del mercato all'interno di un giardino privato. Francesco Fichera, titolare dell'Ecologia, conferma il fatto e aggiunge: «Tocca all'azienda agire». Guarda il video

Raccoglie i rifiuti e li getta in un giardino privato. È il comportamento tenuto nel primo pomeriggio di ieri ad Acireale, in zona Tupparello, da un operatore ecologico della Tekra, azienda che si occupa della raccolta della spazzatura. L'uomo viene immortalato da alcuni cittadini mentre è impegnato a pulire lo spiazzale dopo la fine del consueto mercato settimanale che si svolge ogni sabato, proprio di fronte all’omonimo stadio. Maglietta nera e pantaloni catarifrangenti, l'uomo lancia il materiale di scarto in un giardino nei pressi dell'area del mercato. Incurante delle prescrizioni dettate dalla raccolta differenziata e dal decoro urbano.

La pratica procede per qualche minuto, mentre la pulizia dell'area coi macchinari va avanti. E i cittadini che riprendono non mancano di fare notare il fastidio, almeno con le parole. Le immagini, che MeridioNews è in grado di mostrare, sono già arrivate negli uffici comunali. Mentre - pare - non ancora ai proprietari dei terreni in cui la spazzatura viene riversata. L'assessore all'Ecologia Francesco Fichera dice di essere stato subito informato della cosa e che sono già scattati i provvedimenti. «Il privato non ha ancora fatto segnalazioni - spiega - Ma, una volta che abbiamo visto il video, abbiamo subito mandato i vigili urbani a controllare dov'è finita tutta quella roba».

L'amministrazione acese, sostiene Fichera, avrebbe informato la ditta di quanto avvenuto e adesso spetterebbe proprio alla Tekra prendere eventuali provvedimenti nei confronti del dipendente, che sarebbe già stato identificato. Ai margini di via dello Stadio, comunque, si vede spesso della spazzatura, ma Fichera assicura che non era mai successo in precedenza che i rifiuti venissero gettati nei giardini. «Non è mai capitato - afferma - altrimenti quegli spazi sarebbero stati pieni di rifiuti. Definirei questa azione un vero e proprio atto di sabotaggio: un gesto infedele fatto nei confronti della ditta e del Comune di Acireale».