Chiudi ✖
15

Via V. Emanuele, sventata una rapina a due turisti
Trascinano donna sull'asfalto ma vengono bloccati

Redazione

Cronaca – L'intera scena è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza della zona. I due aspiranti rapinatori, Luciano La Piana e Luciano Ricciardi (27 anni entrambi), sono stati fermati dai carabinieri che viaggiavano su un'automobile a pochi metri di distanza. E che sono intervenuti nell'immediatezza. Guarda il video

Accostano con la loro Fiat Punto accanto a una Fiat 500 su cui una coppia di turisti tedeschi sta caricando i bagagli. Aspettano che i due si allontanino, uno scende dall'auto, apre lo sportello della 500 e tira fuori gli zaini, per caricarli sulla Punto. Il più giovane dei due tedeschi, 27 anni, se ne accorge e lo insegue, tentando di riaprire lo sportello della Punto. L'altra visitatrice (45 anni, madre del 27enne) si mette davanti all'auto il cui guidatore, incurante, parte trascinandola con sé. È questa la scena a cui si è assistito ieri pomeriggio, intorno alle 14, in via Vittorio Emanuele. Con l'accusa di concorso in rapina impropria e lesioni personali sono stati arrestati i catanesi Luciano La Piana e Ricciardi, che condividono il nome di battesimo e l'età: 27 anni.

Le immagini delle telecamere di sorveglianza riprendono la scena per intero. La Punto rossa accelera e fa cadere per terra il 27enne. La madre di lui rimane aggrappata al cofano, percorrendo in quella posizione alcuni metri. Nel frattempo, però, arriva un'auto delle forze dell'ordine. Che supera i due uomini con la Punto e blocca loro la strada. Costringendoli a una frenata che fa rovinare per terra la turista 45enne. Il figlio, intanto, li raggiunge correndo e apre lo sportello del veicolo, bloccando di fatto i due rapinatori. Dopo l'intervento dei carabinieri, le vittime sono state portate all'ospedale Vittorio Emanuele: a entrambi sono state riscontrate contusioni ed escoriazioni. Guaribili in 30 giorni, nel caso della donna, e cinque giorni, nel caso del figlio.