Chiudi ✖
15

Foto di: Salvatore Caruso

Al Comune di Paternò arrivano due taxi sociali
«Si potrà prenotare con i conducenti volontari»

Salvatore Caruso

Cronaca – I due Fiat Doblò, come spiegano dall'ente paternese, sono destinati a diversamente abili, anziani e persone malate, per dare la possibilità di spostarsi sia dentro la cittadina che fuori i suoi confini. A fornirli sono stati diversi privati con le loro donazioni. Ieri l consegna con la cerimonia in piazza Umberto

Attivi a Paternò i servizi per alleviare i disagi delle fasce deboli della popolazione. In questa ottica è stata rinnovata l’intesa tra il Comune e la Pmg Italia. Da questa mattina sono attivi in città due Fiat Doblò utilizzati come taxi sociali e consegnati all'assessorato Servizi sociali dell’ente. Le autovetture sono state acquistate con il contributo di 44 privati del posto, autori di diverse donazioni in denaro. «Ringrazio tutti gli imprenditori che hanno reso possibile questo servizio - spiega a MeridioNews il sindaco Nino Naso - Le autovetture serviranno ai diversamente abili, agli anziani e alle persone malate. Mentre i conducenti dei mezzi saranno i volontari delle varie associazioni operanti sul territorio». 

La consegna dei mezzi è stata accompagnata da una cerimonia in piazza Umberto dinanzi palazzo Alessi, sede dell’assise civica cittadina. «È importante che il Comune sia fornito di questi mezzi – spiega una mamma il cui figlio è diversamente abile -. Quando non ci sarà la disponibilità di un nostro familiare potremmo rivolgerci al Comune, per avere a nostra disposizione l’autovettura. Spesso, infatti, siamo costretti a uscire fuori città perché mio figlio necessità di controlli». Contenta dell’avvenimento pure una coppia di anziani, invitata alla cerimonia di consegna: «Guido la macchina ma non con la frequenza di una volta - spiega l’uomo - E non avendo in città dei parenti che possono accompagnarci potremmo ricorrere a questi mezzi». 

Per usufruire del taxi sociale bisogna prenotare «nella segretaria degli uffici comunali-  spiega a MeridioNews Rita Maccarrone, assessora ai Servizi sociali - e si metteranno a disposizione i mezzi. È possibile, inoltre, accompagnare l’utente fuori città, soprattutto se dovrà sottoporsi a visite mediche». Progetti simili a quello di Paternò sono stati avviati anche a Nicolosi con la Mobilità garantita che, grazie al coinvolgimento di tre realtà: Comune di Nicolosi, Oda e Pmg Italia, assicurerà il trasporto gratuito a disabili, anziani e minori in condizioni di disagio. 

«Un circolo virtuoso quello che si instaura con questa iniziativa – spiega il sindaco di Nicolosi, Angelo Pulvirenti –, che va incrementato in molti altri ambiti. Progetti come questo fanno sì che le potenzialità del privato si coniughino con l’attività pubblica per coprire le esigenze di tutta la comunità». Ma come vengono recuperati i costi? Per questo si punta sul sostegno degli inserzionisti per gli spazi pubblicitari dedicati: imprenditori, commercianti e chiunque ha intenzione di promuovere la propria attività.