Foto di: Salvatore Caruso

Paternò, sei adolescenti lanciano sassi contro scuola
Danneggiate le vetrate della struttura in rifacimento

Salvatore Caruso

Cronaca – L'edificio scolastico di viale Kennedy, in cui sono attualmente in corso tre cantieri anche in seguito agli atti vandalici di qualche mese fa, è stato nuovamente preso di mira da alcuni giovanissimi che hanno distrutto una decina di finestre colpendole con pietre di grosse dimensioni. Guarda le foto

Atti vandalici contro il plesso scolastico di viale Kennedy a Paternò. Un gruppo di sei adolescenti fra gli 11 e i 13 anni avrebbero lanciato sassi di grosse dimensioni contro l'immobile dove hanno sede le aule dell’istituto comprensivo Don Milani. Attualmente l'edificio è interessato da tre cantieri edili necessari per rimettere in funzione la scuola e farla tornare operativa in breve tempo. 

Durante il pomeriggio dello scorso lunedì, i giovani avrebbero lanciato le pietre colpendo le vetrate dell’immobile e danneggiandone almeno una decina. Alcuni residenti e anche qualche automobilista in transito nella zona avrebbe immortalato il lancio di sassi col cellulare, per poi rigirare le immagini al vice sindaco. 

Un successivo controllo da parte del personale della ditta che sta eseguendo i lavori all’interno del plesso scolastico ha permesso di accertare i danni e la presenza dei sassi. «Si tratta di danneggiamenti limitati alla vetrate - spiega a MeridioNews il vicesindaco Ezio Mannino - probabilmente gli autori del lancio sono i ragazzi fotografati ma lo sapremo con certezza solo dopo accurati accertamenti. Adesso però - aggiunge - dobbiamo lavorare per proseguire gli interventi necessari per una riapertura in tempi brevi della scuola, probabilmente anche entro la fine del mese di gennaio in modo che le aule possano tornare a essere utilizzate già a febbraio».

Allo stato attuale, nella struttura di viale Kennedy sono in fase di ultimazione i lavori per la copertura del tetto, per la riqualificazione e la messa in sicurezza, per l’impianto elettrico oltre al rifacimento di dieci aule devastate da altri vandali qualche mese fa.