Mafia, latitante da oltre quattro mesi: era a casa sua
La polizia arresta il pregiudicato Antonino Musumeci

Redazione

Cronaca – Il 48enne, nel 1998 rimasto coinvolto nell'operazione Titanic che aveva colpito i traffici di droga del clan Cappello, è stato rintracciato in un appartamento del rione San Cristoforo due giorni fa. Deve scontare una pena residua di sette anni e sei mesi. Guarda la foto

Antonino Musumeci, 48 anni, pregiudicato

Antonino Musumeci, 48 anni, pregiudicato, latitante. Anzi: ex latitante. L'uomo, che deve scontare una pena residua di sette anni, sei mesi e 17 giorni in regime di semi libertà al carcere di Caltagirone, non era più rientrato il 30 settembre, sparendo. Aveva ricevuto una condanna a poco meno di 16 anni per associazione a delinquere finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti, omicidio, rapina, sequestro di persona ed altri reati. Nel 1998 era rimasto coinvolto nell'operazione Titanic, che aveva smantellato un enorme giro di droga all'ombra del clan mafioso Cappello. La catturandi lo ha trovato a casa sua, due giorni fa. 

Proprio così. Musumeci si trovava nel suo appartamento di San Cristoforo. Gli agenti, dopo aver tenuto d'occhio lo stabile, hanno cinturato la zona e fatto irruzione, individuandolo in una stanza della casa in cui aveva tentato di nascondersi. una volta bloccato, è stato accompagnato al carcere di Bicocca