Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Scenario pubblico, la danza in scena per due ore
Applausi per il movimento giovane e democratico

Un collettivo di danzatori, italiani e non, tre coreografi e altrettante performance. È la struttura di Modem, che andrà in scena anche stasera nello spazio di via Teatro Massimo. Lo spettacolo è sold out (com'era tutto esaurito anche quello di ieri) e finora gli spettatori hanno dimostrato un profondo apprezzamento

Antonia Arrabito

Foto di: Serena Nicoletti

Foto di: Serena Nicoletti

Modem è l'acronimo di «movimento democratico». Come a dire che tutto ciò che proviene dal merito e dal talento dei giovani è democrazia, anche nella danza. Un collettivo di danzatori, italiani e non, al servizio di tre coreografi: la francese Maud De La Purification, lo slovacco Milan Tomasik, e Roberto Zappalà, padre della compagnia che da lui prende il nome e che ha la sua casa da Scenario pubblico, in via Teatro MassimoSiamo è il titolo della prima performance. Quasi a dire che siamo e basta, per cui nulla a ciò è possibile aggiungere: né quel che abbiamo, né quanto desideriamo. Quattro danzatori di Modem pro attendono la platea già in scena, seduti per terra, come una rosa chiusa. Che al sorgere del sole si apre e genera la sua creazione. 

Si rincorrono, si toccano, si arrampicano l'uno sull'altra. Sorridono, quasi sempre. Infine, si colorano. E lasciano che anche gli spettatori lo facciano. L'obiettivo? Annullare la distanza tra osservatori e osservati o, meglio, tra giudici e giudicati. Danzare per essere felici. In scena una vera e propria giocodanza, con tanto di acchiapparello e dispetti. E in sottofondo la voce di un neonato, il massimo della spontaneità. Un po' eccessiva la durata, a tratti sembra che venga meno la stessa danza. Ma forse lo scopo era proprio questo, confondere l'arte con la leggerezza, fino a fare scomparire ogni traccia della professione.

Lo spettacolo torna presto prepotentemente protagonista, con Intrecciato, seconda performance. Sulle note di Haydn si crea un'atmosfera romantica e non avrebbe stupito se ad un certo punto lo stile contemporaneo avesse ceduto il passo ad un valzer. O a costumi di scena d'epoca. Anche in questo caso quattro i ballerini che calcano il palco, esibendo una musicalità straordinaria, fatta di tensioni e rilassamenti, sempre fedeli ai violini. Infine la reunion: 74 bpm mette insieme tutti i i danzatori di Modem cdz. E il tocco di papà Zappalà non tarda a farsi notare: tecnica, forza e bellezza esplodono al ritmo di percussioni pensate da Salvo Farruggio e dai Lautari. La fusione riesce: tamburi che danzano o corpi che suonano? L'applauso del pubblico è interminabile. È l'unico modo per dire grazie.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×