Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Briganti rugby, la nuova club house è aperta
Intitolata a Pippo Peppe e già riempita di libri

Dopo oltre due mesi di lavoro e riorganizzazione, ha aperto i battenti la nuova sede delle attività della squadra di Librino. Quella precedente è stata data alle fiamme, in circostanze ancora da chiarire. A tagliare il nastro i ragazzi delle formazioni under 12 e under 14, assieme al cuginetto di Giuseppe Mastroeni. Guarda le foto

Giordano Pennisi

Al Campo San Teodoro Liberato domenica è stata una giornata di festa. Dopo due mesi di riorganizzazione e lavori è stata inaugurata la nuova Club house della squadra di rugby, intitolata a Pippo Peppe, alias Giuseppe Mastroeni, ex componente della squadra venuto a mancare - dopo una lunga malattia - quasi due anni fa. La precedente era stata distrutta da un incendio doloso, i cui contorni sono ancora da chiarire. Le persone hanno cominciato ad arrivare nel primo pomeriggio, prima del previsto. Così è stato necessario farle uscire tutte fuori, per potere effettuare il consueto taglio del nastro. Stavolta affidato ai ragazzi di under 12 e under 14, e al cuginetto di Peppe, perché lo spazio è a loro che è destinato.

Prima dell'apertura, però, c'è il tempo del racconto: lo sconforto dopo l'incendio, la carica ricevuta dai ragazzi del quartiere, le manifestazioni di solidarietà, le donazioni, i volontari che hanno aiutato nella ricostruzione. Di gente ne è arrivata tanta: presto il parcheggio non è più sufficiente e a un certo punto le automobili vengono fatte parcheggiare a ridosso del campo. Nella palestra rossa, la struttura costruita per ospitare la Librineria è stata riempita di giochi, fotografie e libri. E sulle pareti sono state sistemate le librerie: l'incendio le aveva bruciate quasi tutte, ma adesso ci sono più libri di prima.

È stato costruito e ultimato anche il nuovo bancone del bar, l’angolo cucina, e installati nuovi servizi igienici. I briganti hanno deciso di aprire e festeggiare questa nuova fase insieme a chi in questo periodo e negli anni li ha sostenuti. È così stata offerta a tutti una serata rallegrata da SbadaClown e movimentata da una DrumCircle, momento in cui i partecipanti del pubblico in cerchio hanno suonato delle percussioni. Si sono poi esibiti i ragazzi del gruppo Sambazita , è stata raccontata la favola di Iqbal e infine c’è stato un dj set. 

Dopo la cena preparata da alcuni componenti del club 4x4 Wild tracker’s di Santa Venerina e offerta dai Briganti ai tutti i presenti, tra un brindisi e l’altro è anche stata occasione per festeggiare il compleanno del presidente Stefano Curcuruto. Adesso il Campo San Teodoro è pronto a proseguire le attività nei nuovi locali ed affrontare le prossime sfide, per rendere Librino un posto migliore dove crescere per i giovani che lo abitano.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×