Foto di: Salvatore Caruso

Continuano gli incendi di automobili a Paternò
Un rogo è stato appiccato rompendo finestrino

Salvatore Caruso

Cronaca – Danneggiata una Renault parcheggiata sotto l'abitazione di un operaio. Nessun dubbio sulla matrice dolosa del fatto. Ad allertare i vigili del fuoco sono stati i residenti. Altro evento in via Falconieri, nei pressi del carcere borbonico. La strada è stata bloccata per favorire il lavoro dei mezzi di soccorso

Altre automobili in fiamme a Paternò. Ormai si tratta di un'emorragia inarrestabile e senza, almeno per il momento, nessuna soluzione. Il primo evento si è verificato la notte scorsa poco prima delle 2, in via Angelo Musco, non distante dal centro diurno per anziani casa Coniglio. A prendere fuoco una Renault 11 vecchio modello parcheggiata dinanzi all’abitazione del proprietario. La macchina da tempo era ferma e le fiamme hanno danneggiato l’abitacolo che è andato quasi del tutto distrutto. 

Nessun dubbio che si tratti di un incendio di matrice dolosa, in quanto un finestrino lato passeggero sarebbe stato rotto dal piromane. Allertati dai residenti gli uomini del 115 del locale distaccamento, che hanno lavorato a lungo per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza la zona. Fortunatente le altre auto non sono rimaste coinvolte nell’incendio. 

Oggi, poco prima delle 13, altro rogo in via Falconieri nei pressi del carcere borbonico. Distrutta la parte anteriore di una Fiat Uno. Non è chiaro se l’incendio si sia sviluppato mentre l’autovettura era in sosta oppure mentre stava percorrendo la piccola arteria. Sul posto i pompieri che hanno spento le fiamme in meno di trequarti d’ora , mentre la polizia municipale ha bloccato la strada per facilitare l’intervento dei mezzi di soccorso.