Foto di: Salvatore Caruso

Paternò, altra macchina bruciata la notte scorsa
Si tratta di una Fiat Panda rubata a Misterbianco

Salvatore Caruso

Cronaca – Ad allertare i vigili del fuoco sono stati i residenti di piazza Michelangelo Buonarotti, dinnanzi la chiesa Sant'Antonio alla Scala. Ad indagare sul caso sono i carabinieri del nucleo radiomobile, che non avrebbero trovato tracce di innesco che possano suffragare la pista dolosa

Ancora auto in fiamme a Paternò, dove da tempo i veicoli prendono fuoco con cadenza quasi quotidiana. L’ultimo fatto è avvenuto la notte scorsa poco dopo la mezzanotte in piazza Michelangelo Buonarroti, proprio dinanzi la chiesa Sant’Antonio alla Scala. Il rogo ha coinvolto una Fiat Panda parcheggiata che in poco tempo è stato avvolta quasi per intero dalle fiamme. Ad allertare i vigili del fuoco locale distaccamento sono stati i residenti della zona preoccupati anche dalla possibilità che l'incendio potesse estendersi alle altre auto parcheggiate. 

Il lavoro di spegnimento è stato ultimato poco prima delle 2. Le fiamme hanno bruciato anche un albero. A indagare sono i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Paternò, che al momento non escludono alcuna pista, anche se non sono state trovate tracce di innesco che possano suffragare la pista dolosa. Dai controlli effettuati per individuare il proprietario dell’autovettura, è stato accertato che il mezzo era stato rubato il 19 marzo a Misterbianco. Si cerca di capire se fosse parcheggiato da tempo in Piazza Buonarroti o se invece sia stato lasciato poco che le fiamme divampassero.