Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Scenario pubblico, «infezione creativa» riuscita
Dalla danzatrice à la Tim Burton al marranzano

La vecchia guardia della Compagnia Zappalà è andata in scena con nuove coreografie, il 12 ed il 13 maggio. Tra creazioni fantasiose, si conclude la seconda parte del Fic fest, il focolaio d’infezione creativa, accompagnato da musica dal vivo. In scena Collettvo QBR - quei bravi ragazzi, Ilenia Romano e Gaetano Badalamenti

Antonia Arrabito

Riparte per il secondo e ultimo appuntamento il Fic fest, il festival di danza con cui il coreografo Roberto Zappalà ha dato spazio a un'inversione di ruoli creativa e contagiosa. A esibirsi per primo è il collettivo Quei bravi ragazzi di Alain El Sakhawi, Valeria Zampardi e Fernando Roldàn Ferrer. Si ispira al linguaggio del cinema trasferendolo nella danza. In scena La Citè des tiroirs, una sorta di ricerca dell’isola che non c’ è. Due ballerini: lui dorato e sgargiante, lei sembra disegnata dal regista Tim Burton. Tacchi, raramente visti sul palco; tutù nero, per ricordare che è sempre danza; pellicciotto rosso-nero, che sottolinea l'atmosfera. Una danza a tratti robotica, che coinvolge persino bocca e denti. Quasi a dire che la danza contemporanea più che riproporre passi ne crea di nuovi. Una dimensione psichedelica in cui, però, come spesso accade a Scenario pubblico, il marranzano rende protagonista e presente la sicilianità.

Ma per poter ammirare le linee e l’estetica della danza occorre aspettare la seconda performance e l'ingresso in scena di Ilenia Romano, nella doppia veste di coreografa ed esecutrice dell’assolo Agogica dell'accumulazione di atomi discordi. Un titolo complicatissimo per un’esibizione essenziale e di grande effetto. Romano stupisce danzando a terra per la prima parte dello spettacolo e rivelandosi capace di paralizzare parte dei propri arti per muoverne solo alcuni, di cui valorizza ancor di più la fisicità. Tutto in pieno stile Zappalà: minimalismo musicale e coreografico che lasciano spazio a linee e tecnica. Infatti, quando la danzatrice si alza in piedi e si esprime nella sua totalità, la danza letteralmente esplode. O per dirla come si farebbe al tavolo di un bar: non ce n'è per nessuno.

Il Fic fest si chiude con The fields of wonder di e con Gaetano Badalamenti. Protagonista stavolta è un volatile. Avvolto da un involucro si svela piano piano con la propria potenza. È l’essere vivente che per antonomasia vive in gruppo ma cerca anche un proprio spazio. I passi sono quelli dell'uccello, che gira, fluttua, saltella con la precarietà propria delle zampe. Fino a lasciarsi morire, lentamente. È l'ultima coreografia e ci si sente infettati: la contaminazione creativa è riuscita.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×