Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Librino, appello di Antonio Presti per visita del Papa
«Sarebbe il regalo più significativo per il quartiere»

Il 15 settembre Jorge Bergoglio si recherà in Sicilia. Atterrerà poco prima delle 8 a Fontanarossa. Lo stesso giorno, a pochissima distanza, verrà presentato il progetto Cantico di Librino. Una coincidenza che non è sfuggita al noto mecenate

Marco Militello

Foto di: Ufficio stampa Fiumara d'Arte

Foto di: Ufficio stampa Fiumara d'Arte

Papa Francesco nella città satellite di Librino. Messa giù così, è un'immagine che può apparire come un sogno impossibile. I sogni impossibili, però, sono pur sempre il mestiere di Antonio Presti, mecenate, animatore di Fiumara d'arte e del Rito della luce, oltre che ideatore dell'albergo-museo Atelier sul mare. Presti, che negli ultimi anni non ha lesinato sforzi per avvicinare il quartiere alla bellezza e al riscatto, vuole provarci. Oggi ha lanciato un'appello-petizione affinché, nel corso del suo tour siciliano previsto per il 15 settembre (in onore del 25esimo anniversario della morte di don Pino Puglisi), Bergoglio faccia «una piccola (e possibile) deviazione di 500 metri» per portare la propria benedizione collettiva agli abitanti di uno tra i quartieri più difficili della città. In particolare ai bambini, che da quelle parti sono circa 10mila. Secondo il programma, il Papa atterrerà alle 7.50 a Fontanarossa, per poi recarsi subito - in elicottero - a Piazza Armerina. 

Anche i bambini, per altro, fanno parte del progetto prestiano Il cantico di Librino, che viene definito come «un’installazione fotografica monumentale su migliaia di pali della luce del quartiere, dell'asse dei servizi e della strada che conduce all'aeroporto, dove i protagonisti saranno gli stessi abitanti, immortalati da nove fotografi siciliani». Accanto ai ritratti, che verranno stampigliati su banner di grandi dimensioni, verranno impresse le parole amorevoli ispirate al Cantico delle creature di San Francesco. Le coincidenze abbondano. E l'imprevedibilità di Bergoglio, chissà, potrebbe generare sorprese. «Dobbiamo tutti imparare - scrive Presti in un comunicato - ad abbracciare chi è nel bisogno, come ha fatto San Francesco. Queste sono proprio le Sue parole, Santità – sottolinea Presti – e nel nome della fede e della preghiera, caro Papa, Le chiediamo umilmente di ricevere quel battesimo di fede che decreterà rinascita e rinnovamento dello spirito».

«Gli abitanti del quartiere - prosegue Presti - hanno partecipato ai laboratori fotografici degli artisti, attraverso un processo partecipato e condiviso, diventando così protagonisti del proprio riscatto umano e cristiano. Uno dei desideri più grandi, uno dei regali più significativi per Librino - insiste il mecenate - sarebbe la benedizione del Papa, di questo Papa, che proprio dal pensiero e dalle azioni del santo di Assisi trae quell’amore che diventa semina per il mondo intero, passando soprattutto dalle periferie del mondo».

Cosa farà il Santo padre? Presti farebbe bene a non perdere di vista il telefono? Si vedrà. Il Cantico di Librino, frattanto, ha già coinvolto oltre mille fedeli delle parrocchie Beato Padre Pio da Pietralcina, Nostra signora del santissimo sacramento, Resurrezione del signore, San Giuseppe al Pigno, Santa Maria Ausiliatrice, San Domenico Savio e Santa Chiara, con il coinvolgimento delle associazioni Talità Kum e Casa del volontariato.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×