Giovane Italia Caltagirone prende le distanze dalle dichiarazioni dei due giovani

Redazione

Comunicato del movimento giovanile del Pdl Giovane Italia in merito alle affermazioni dei due studenti di Giurisprudenza sul social network Facebook

Contrariamente a quanto riportato nei giorni scorsi dagli organi di informazione rispetto
alle dichiarazioni dei due studenti di Giurisprudenza, militanti del centro-destra, coinvolti nella bufera su Fb poi da più parti tacciati di presunta omofobia, il vice-presidente provinciale di Catania, Carola Di Benedetto, dichiara che tali esternazioni non sono in alcun modo riconducibili al Movimento giovanile del Pdl Giovane Italia e alle sue attività.

La Giovane Italia, ribadisce il vice-presidente, intende prendere una posizione chiara, precisando che il movimento non ha mai avuto alcun preconcetto circa la scelte sessuali dell’individuo, che restano una prerogativa personale e che senza margini di dubbio non possono essere motivo di pregiudizio, ancor meno politico. La dirigente provinciale e il presidente della Giovane Italia Caltagirone -Morena Campo - precisano infine che Salvo Licitra non è il vice-presidente di Giovane Italia Caltagirone, avendo già da qualche mese lasciato il movimento. Pertanto le sue esternazioni non sono in alcun modo riconducibili al movimento giovanile che ne prende le distanze.