Chiudi ✖
15

Fontanarossa, corsa a sostituire Windjet
Nuovi voli e prezzi low cost per Air One

Salvo Catalano

Cronaca – In attesa di conoscere i dettagli della newco che dovrebbe sostituire Windjet, le altre compagnie aeree si contendono tratte e passeggeri orfani della società di Antonino Pulvirenti. Oggi Airone, del gruppo Alitalia, ha presentato i suoi piani per la stagione invernale con tre nuove destinazioni. Nei giorni scorsi era toccato a Meridiana. «A breve siglereremo altri accordi -  spiega Nico Torrisi, ad della Sac - ad essere partigiani si rischia di essere cattivi amministratori»

Quando il gatto non c’è i topi ballano. Il felino che ha lasciato campo aperto ai roditori si chiama Windjet, fino ad agosto il vettore principale dell’aeroporto Fontanarossa di Catania, con una quota di mercato pari al 28 per cento del traffico aereo complessivo. Adesso a contendersi questo volume di affari sono le altre compagnie aeree italiane e straniere. A cominciare da Alitalia e Meridiana che in questi giorni hanno presentato i loro piani di investimento per lo scalo catanese.

Stamattina è stata Laura Cavatorta, il direttore di Air One, la low cost del gruppo Cai, ad illustrare ai giornalisti le novità per la stagione invernale 2012-2013: tre nuove destinazioni - Torino, Verona e Venezia -  e un incremento di voli sulle due tratte già esistenti, Milano Malpensa e Pisa. In totale 142 collegamenti a settimana e 550mila posti per i passeggeri. Un investimento, dicono da Alitalia, che è costato 80milioni di euro e che era previsto già da tempo. «Il nostro interesse per Catania e la Sicilia – spiega il direttore di Air One – ci aveva portato a considerare l’integrazione di Windjet, ma per le vicende note e nostro malgrado, sono venute meno le condizioni dell’accordo, quindi abbiamo investito su questa regione in altro modo».

Parole che sono una risposta agli attacchi delle scorse settimane da parte di Antonino Pulvirenti. Il patron del Calcio Catania aveva puntato il dito contro Alitalia, accusata di aver indebolito Windjet cambiando idea all’ultimo momento sull’ipotesi di integrazione. In mezzo c’è la Sac, la società che gestisce l’aeroporto di Fontanarossa. Il nuovo amministratore delegato Nico Torrisi sottolinea che «ad essere partigiani si rischia di non essere buoni amministratori». In sostanza, in attesa di sapere se il 5 dicembre, alla riapertura dello scalo dopo i lavori di ripristino della pista, la nuova Windjet sarà veramente operativa, con quanti aerei e per quali destinazioni, la Sac sta stringendo accordi con le altre compagnie.

Meridiana porterà a 220 i voli settimanali, cinque al giorno per Roma e Milano Linate, due per Napoli, Bologna, Torino e Verona, con tariffe a partire da 39 euro, bagaglio ed altri eventuali servizi esclusi. Air One lancia le offerte a partire da 26 euro, che – è stato verificato – sono effettivamente disponibili sul sito, e offre biglietti omaggio ai primi mille clienti che si iscriveranno entro il 2 ottobre alla newsletter della compagnia. «A breve sigleremo altri accordi con nuove compagnie lowcost», anticipa Torrisi che oggi pomeriggio presiederà il consiglio di amministrazione della Sac con due ordini del giorno. Si parlerà dell’organizzazione per il trasferimento a Sigonella durante il mese di chiusura dell’aeroporto, tra il 5 novembre e il 5 dicembre. Il secondo punto riguarderà invece i finanziamenti necessari ai lavori di ripristino della pista. «Abbiamo trovato una situazione sorprendente ereditata dalla vecchia gestione – spiega Torrisi – perché ad oggi non è stato firmato nessun protocollo con le banche che garantisca i fondi utili a pagare i lavori. Finora ci sono state solo parole e buoni propositi».

La conferenza stampa, indetta da Airone e dalla Sac, si è svolta allo Sheraton hotel di Acicastello. La sede è stata cambiata ieri. Inizialmente i giornalisti erano stati invitati all’hotel Baia Verde, di cui è amministratore lo stesso Torrisi. E dove, lo scorso mercoledì, si è svolta la presentazione di Meridiana. Un potenziale conflitto di interessi? «Ma vi sembra che sia così ingenuo da non notare quanto sia stata sconveniente questa scelta? – replica Torrisi – Le due conferenze stampa di questa settimana sono state convocate da Air One e da Meridiana, la sede l’hanno scelta loro. Assicuro che tutti gli incontri organizzati da Sac avranno sede negli uffici della società come sempre è avvenuto».

[Foto di Diac82]