Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Battiati, tentano il furto a un distributore di benzina
Beccati dalle telecamere: tre arresti. Uno è fuggito

In quattro avrebbero provato a rapinare l'esercizio al confine con il Comune di Catania. A tradirli sarebbe stata l'attività preparatoria, consistita in un primo tentativo andato a vuoto e nel seguente sopralluogo, per poi riprovarci ma senza successo

Redazione

Una nottata movimentata quella dei titolari di un rifornimento al confine tra i Comuni di Sant'Agata Li Battiati e Catania che la notte scorsa sono stati vittime di un tentato furto commesso da quattro catanesi. In flagranza di reato sono stati arrestati un 23enne, un 20enne e un minorenne, tutti catanesi e gravemente indiziati di furto aggravato e ricettazione in concorso. I quattro sono stati ripresi in azione dai sistemi di videosorveglianza. Ad allarmare il denunciante e a indurlo a rivolgersi ai carabinieri, è stata la visita, la mattina seguente al tentato furto, di quattro giovani dalle fattezze fisiche compatibili con quelle immortalate dalle telecamere. Una visita che ha insospettito gli esercenti che non avrebbero potuto fare a meno di pensare che fosse in atto un vero e proprio sopralluogo da parte dei giovani che, fingendo di fare dei selfie, avrebbero documentato la posizione delle telecamere e, parlottando tra loro, avrebbero anche commentato la fattibilità del furto

Dopo la denuncia dei titolari, i carabinieri sospettando che i quattro avrebbero tentato nuovamente il colpo, hanno programmato gli appostamenti. Alle due di notte il gruppo si è presentato: il "palo", a bordo di una Mercedes Classe B, è rimasto nel piazzale a controllare le vie di fuga, mentre gli altri tre, arrivatai a bordo di una Fiat Panda, sono scesi correndo verso il retro del bar del rifornimento. I militari, avuto riscontro, tramite la visione in diretta delle telecamere, che i tre avevano iniziato ad armeggiare tra la cassa valori e il bancone, sono entrati in azione. Il "palo" avrebbe ingranato la marcia e dopo aver speronato l'auto dei militari, si sarebbe dato a una rocambolesca fuga. Nel frattempo gli altri tre giovani, verosimilmente avvisati via radio dal palo, pensando di non essere stati visti e utilizzando una scala trovata sul retro della struttura, sono saliti sul tetto del rifornimento ritirando la scala e pensando di farla franca. 

I carabinieri, però, sono riusciti a raggiungere il tetto e li hanno bloccati. Ispezionato successivamente il tetto della stazione di servizio, i carabinieri hanno rinvenuto guanti, passamontagna, vari attrezzi utilizzati per scardinare la porta blindata, una ricetrasmittente, nonché una centralina aggiuntiva per l’accensione della Fiat Panda, risultata rubata lo scorso 24 aprile e successivamente restituita al legittimo proprietario.

L'autorità giudiziaria ha convalidato l'arresto disponendo per i due maggiorenni la sottoposizione all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre il minorenne, già destinatario della custodia cautelare del collocamento in un carcere minorile per l'allontanamento arbitrario dalla comunità dove era collocato, è stato ricondotto all'istituto minorile

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×