Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

I racconti dei nonni paterni di Elena, la bambina uccisa
«La madre fredda anche con lei ma noi la difendevamo»

«Era strana, tanto che noi pensavamo fosse autistica, non mostrava segni di affetto», dichiara la nonna paterna Teresa Testa a MeridioNews. È da lei che la bambina ritrovata senza vita vicino casa aveva dormito l'ultima notte. Guarda il video

«Lei è sempre stata così, strana e fredda. Tanto che noi pensavamo fosse autistica. Non mostrava segni di affetto e non era empatica nemmeno nei confronti della bambina». È la nonna paterna di Elena Del Pozzo, la bambina scomparsa da ieri pomeriggio e oggi ritrovata cadavere in un terreno incolto non lontano da casa, a tracciare un primo profilo della 24enne Martina Patti, la madre della bimba che avrebbe confessato. La stessa che ieri ne aveva denunciato il rapimento a opera di un commando di quattro uomini, compreso l'autista del mezzo a bordo del quale la bambina sarebbe stata portata via. La nonna ha raccontato che due notti fa, la bambina aveva dormito a casa sua e che era stata lei ad accompagnarla all'asilo. Poi la madre era andata a prenderla e non avevano saputo più nulla. «In un primo momento - aggiunge la donna - abbiamo creduto alla storia degli incappucciati e non abbiamo mai pensato che potesse essere stata lei. Quando ha chiamato mio figlio, lei gridava e ha raccontato che qualcuno le avrebbe puntato una pistola».

Un racconto che, per gli investigatori, presentava diversi punti oscuri. Diventati contraddittori nel corso degli interrogatori di ieri sera. Tanto che, al momento, i sospetti sono concentrati proprio sulla donna. «L'anno scorso sapevamo che aveva dato botte alla bambina e l'ho anche vista con i miei occhi, ma noi ieri escludevamo che fosse stata lei ad avere fatto una cosa del genere - continua la nonna paterna Rosaria Testa - Fino a ieri l'abbiamo difesa, ma i carabinieri avevano già concentrato i sospetti su di lei». La nonna, presente sul luogo del ritrovamento del corpo della piccola, racconta frammenti di vita di una famiglia separata ma, almeno fino a ieri, con rapporti civili per garantire la serenità della bambina. «La madre è sempre stata autoritaria. Elena stava con lei e non la vedevamo sempre, decideva sempre lei all'ultimo minuto - continua la nonna - Ci siamo adeguati e non ho mai detto di no quando voleva portarla a casa mia, l'importante era vederla. Non avevamo fatto ricorso al giudice perché siamo una famiglia pacifica. Ho sempre detto a mio figlio di non fare niente e provare ad accordarsi». Una separazione, quella dei genitori di Elena, dovuta a dei tradimenti, stando ai racconti dei familiari di lui. Il padre, Alessandro Del Pozzo, pregiudicato, era andato via di casa, prima ospite della nonna e poi della madre. Dopo, un periodo in Germania per rifarsi una vita. Entrambi avevano nuovi persone.

«Elena era una bambina meravigliosa, buona, di una dolcezza straordinaria - continua la nonna insieme al marito Giovanni Del Pozzo - E già sapeva fare bene i conti e scriveva perché era di un'intelligenza particolare. Per me era una luce». Dei familiari della madre, al momento, nessuno è presente sul luogo dove il corpo è stato ritrovato. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×