Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Caltagirone, la prostituzione fruttava 130mila euro all'anno
Il gruppo si occupava del reclutamento e della promozione

Dalle indagini, svolte con pedinamenti, immagini video e intercettazioni, sono emersi i rapporti del sodalizio con la criminalità organizzata catanese. Monitorate anche diverse cessioni di droga. L'accusa riguarda anche la fabbricazione di armi

Redazione

Un giro d'affari di 130mila euro all'anno. Sono gli introiti dello sfruttamento della prostituzione gestito da un'associazione a delinquere oggi bloccata dalla polizia a Caltagirone con il blitz Sex Indoor. Il sodalizio aveva all'apice tre persone: C.G.L., indagato, tra l'altro, per estorsione ai danni di un'esercente, la compagna A.B. e il fratello A.G.L. Quest'ultimo è risultato collegato con la criminalità organizzata catanese. Nell'indagine è finito anche G.C.S., pregiudicato per mafia che avrebbe avuto il compito di reclatare le prostitute, e un uomo dell'Agrigentino. A essere sfruttati erano anche transessuali. 

Con il ruolo di partecipe all'associazione emerge la figura di G.M che si sarebbe occupato dei trasferimenti da un luogo all'altro delle singolo prostitute, assicurando il soddisfacimento di ogni altra necessità, previo pagamento di cospicue somme di denaro. Ulteriori componenti del gruppo, oltre a svolgere attività di prostituzione, si ponevano al servizio dei fratelli a capo della banda, occupandosi del reclutamento e delle inserzioni pubblicitarie sui siti d'incontri, richiedendo anche ricariche poste-pay. La procura ha ottenuto dal tribunale il provvedimento di sequestro per quattro immobili e otto misure cautelari. sono stati sequestrati quattro immobili di proprietà degli indagati e di altri beni.

Il materiale probatorio raccolto in sede di indagini preliminari, iniziate nel febbraio 2021,  è costituito prevalentemente da intercettazioni, accertamenti bancari, pedinamenti, appostamenti, immagini video estrapolate dai sistemi di sorveglianza posti in corrispondenza dei civici dove le vittime reclutate erano indotte a prostituirsi. Ed è proprio grazie a questa attività investigativa che è stato possibile visionare il via vai di clienti dalle abitazioni e gli spostamenti delle donne reclutate. Nei confronti di alcuni degli odierni arrestati sono emersi ulteriori indizi di reato concernenti la cessione di sostanze stupefacenti alle stesse meretrici nonché l’abituale commissione di attività di natura illecita quali l’artigianale fabbricazione di armi, riciclaggio di denaro e truffe ai danni di compagnie telefoniche e assicurative

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×