Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ognina, rivendita panini diventa ristorante con 100 coperti
Sequestro e maxi sanzione da 40mila euro dopo i controlli

Sotto la lente d'ingrandimento l'area del porticciolo in cui insisteva, ormai da anni, una sorta di locale con braciere di due metri per la cottura di carne e pesce. I sei dipendenti impiegati erano senza contratto e tre con il reddito di cittadinanza. Guarda le foto

Redazione

Nelle serate del weekend appena trascorso la polizia, all’interno dell’area del porticciolo di Ognina, ha denunciato in stato di libertà per l’occupazione abusiva del demanio marittimo i titolari di una rivendita ambulante di panini e di un chiosco bar. Entrambi, infatti, nonostante fossero in possesso di una licenza itinerante, da tempo si erano impadroniti stabilmente dell’area antistante al molo. In particolare, durante le fasi del controllo emergeva che la panineria ambulante in realtà era stata trasformata in un vero e proprio ristorante, con tanto di camerieri, tavoli e sedie, per un totale di circa 100 coperti, ed un braciere di due metri, utilizzato per la cottura della carne e del pesce.

Il controllo degli alimenti, effettuato dagli operatori dell’Asp, permetteva poi di accertare la mancanza di acqua potabile e la presenza di oltre 4chilogrammi di tonno privi di tracciabilità sottoposto a sequestro. Così è scatta una sanzione da 40mila euro e disposta la sospensione dell’attività, mentre furgoni, tavoli, sedie e tutto ciò che occupava abusivamente il suolo pubblico sono stati sottoposti a sequestro e rimossi. Dai primi accertamenti, inoltre, tutti e sei i dipendenti impiegati, risultavano privi di regolare contratto di lavoro e, per di più, tre di essi percettori del reddito di cittadinanza. Su questo aspetto, ad ogni modo, sono in corso ulteriori accertamenti.

Nell’ambito delle attività di controllo sulle attività commerciali, infine, personale della polizia amministrativa ha notificato al titolare del locale Filenz, all’interno del porto, un provvedimento sanzionatorio che gli impone la cessazione delle attività di intrattenimento danzante in luogo pubblico. Il titolare, secondo quanto comunicato dalle forze dell'ordine, aveva organizzato, allestendo in una piattaforma in legno collocata all’esterno, un’area attrezzata con casse acustiche professionali ed altre strumentazioni, permettendo a circa 100 persone di ballare.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×