Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, polemica per allenamenti a porte chiuse
Il botta e risposta tra opposizione e sindaco di Ragalna

La società Catania SSD ha ufficializzato la decisione di proseguire la preparazione in vista del campionato di serie D senza pubblico. All'origine ci sono le condizioni dell'impianto. L'attacco del consigliere Emanuele Motta e la replica di Salvatore Chisari

Antonio Costa

Arrivano le prime reazioni alla comunicazione del Catania SSD sulla scelta di continuare gli allenamenti a porte chiuse, per motivi di sicurezza legati al campo sportivo Totuccio Carone di Ragalna, dove i rossazzurri stanno svolgendo il ritiro pre-campionato. Ieri infatti il vicepresidente e amministratore delegato del club etneo, Vincenzo Grella, aveva rivolto un pensiero ai tifosi, rammaricandosi per l’impossibilità di ospitare i sostenitori rossazzurri sugli spalti durante gli allenamenti del Catania SSD.

A prendere la parola oggi è stato Emanuele Motta, esponente di Fratelli d’Italia al Consiglio comunale di Ragalna, che ha commentato con amarezza sul suo profilo Facebook quanto appreso nella serata di ieri: «Ragalna, si chiudono le porte del campo sportivo per i tifosi. Con grande dispiacere - si legge sul suo post - apprendiamo la notizia del vicepresidente del Catania. Ma quello che dispiace ancora di più è che dopo aver spesso un somma di 1.500.000,00 di euro, per un miglioramento e ammodernamento dell'impianto sportivo (inaugurato appena un mese fa), lo stesso non rispetta neanche gli standard minimi per ospitare una squadra che parteciperà al campionato di lega nazionale dilettanti, grandi eventi sportivi e grandi manifestazioni come ampiamente preannunciate e millantate dalle parole del sindaco di Ragalna».

Tra i commenti pubblicati sotto il post di Motta, anche quello del sindaco Salvatore Chisari. «La struttura dispone di tutti i permessi ed è perfettamente in regola su tutti i fronti: piccola ma in regola, un po' come il nostro teatro: sono strutture nate per risponderere alle esigenze del proprio territorio - si legge nel testo del primo cittadino -. Se vengono scelte non è certo per le dimensioni o per le capienza, ma per la bellezza, la pulizia e la salubrità del territorio. Se poi qualcuno rimane senza parole o si vergogna, o altro, dovrebbe orientarsi verso altri lidi (San Siro, Olimpico, Allianz, Maracana)».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×