Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Muos, carbone agli Usa dalle mamme-befane
«Non vogliamo antenne, armi e guerre»

Non si fermano gli atti di protesta contro la costruzione dell'impianto di antenne satellitari statunitensi in contrada Ulmo a Niscemi. Le donne del comitato Mamme No Muos, nei panni della nota vecchina dell'Epifania, non si sono dimenticate dei marines che hanno ricevuto il dono di chi si è comportato male durante l'anno. Un atto simbolico per ribadire: «Non getteremo la spugna». Guarda il video

Desirée Miranda

Brutta, vecchia e con le scarpe rotte si è presentata ieri mattina la befana a Niscemi. E non da sola. Una scena insolita si è verificata in contrada Ulmo quando alcune donne del comitato Mamme No Muos hanno indossato i panni della nota vecchina e hanno portato il loro carbone davanti la base statunitense che ospita l'impianto di antenne militari satellitari Muos. Secondo la tradizione, il dono dell'epifania per chi si è comportato male durante l'anno.

[youtube

«È un'iniziativa simbolica per riaffermare la pericolosità del Muos e delle 46 antenne già presenti. Siamo qui anche per esprimere la contrarietà alle guerre che l'Occidente esporta in tutto il mondo con il traffico delle armi e con gli eccidi che passano inosservati grazie al muro di gomma che i governi impongono», affermano le mamme davanti i cancelli della base dei Marines.

Preoccupate soprattutto per la salute dei loro figli, sono arrivate davanti al cantiere in cui è quasi ultimato il Muos per vedere coi loro occhi cosa succede. Da una parte denunciano che «il timore della protesta popolare ha accelerato la tabella di marcia Usa e per questo ringraziamo i governi e i politici che hanno gettato la maschera definitivamente». Dall'altro non si danno per vinte e avvisano: «La gente, però, non ha gettato la spugna e continuerà a mobilitarsi contro Muos, antenne, armi e guerre», concludono.

 

[Foto di Antenne 46]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×