Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Tiritì, sindaco di Motta dice sì alla discarica
Di Guardo: «Ha venduto le nostre comunità»

Durante la conferenza dei servizi, convocata per discutere dell'impianto messo sotto accusa dai tecnici inviati dall'ex assessore regionale all'Ambiente Nicolò Marino, duro botta e risposta tra i due amministratori comunali. «Aveva detto che avrebbe difeso il Comune. Chiacchiere! - attacca il primo cittadino misterbianchese - Al momento cruciale ha detto: "Io la discarica la voglio"»

Carmen Valisano

«Settantamila persone messe sotto scacco. Quale destino infame ha deciso che tutti i rifiuti della Sicilia debbano essere abbancati qui?». Nino Di Guardo, sindaco di Misterbianco, è un fiume in piena. Ieri a Palermo si è tenuta la conferenza dei servizi convocata all'assessorato regionale all'Ambiente per discutere della sorte della discarica di contrada Valanghe d'inverno, a Motta Sant'Anastasia. La concessione rilasciata alla Oikos spa è scaduta ma, dopo l'ispezione compiuta dai tecnici dell'ex assessore Nicolò Marino, l'iter di rinnovo del decreto è stato bloccato per le gravi accuse di violazioni ambientali rivolte all'azienda della famiglia Proto. Per questo motivo il dirigente Marco Lupo ha chiesto il parere degli enti coinvolti: su tutti, i rappresentanti delle due comunità a ridosso delle quali l'impianto sorge.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×