Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

L'urlo di Motta demolisce la discarica
Di Guardo: «Carrà è in conflitto d'interessi»

Tre giorni dopo l'operazione della polizia palermitana che ha smantellato un sistema di corruzioni nel mondo della gestione dei rifiuti, nel Comune dove ha sede l'impianto della Oikos si è tenuto un evento per informare i cittadini a cui ha partecipato anche il sindaco di Misterbianco. Al centro delle critiche il primo cittadino mottese, ma anche il presidente della Regione: «Rosario Crocetta si deve ficcare in testa che deve revocare questo cazzo di decreto»

Carmen Valisano

«Collega sindaco, hai solo due strade. O vai a Palermo e dici "Fici na minchiata", o te ne vai a casa». Il consiglio viene da Nino Di Guardo, primo cittadino di Misterbianco, ed è urlato dal palco del comizio contro la discarica di contrada Tiritì-Valanghe d'inverno organizzato a Motta Sant'Anastasia. Oggetto del suo intervento è l'amministratore mottese, Anastasio Carrà, che alla conferenza dei servizi convocata una settimana fa ha dato il suo assenso all'attività dell'impianto di proprietà della Oikos spa. Un appuntamento, quello di ieri sera, organizzato prima che la squadra mobile di Palermo mettesse agli arresti quattro imprenditori che gestiscono tre impianti tra Agrigento, Messina e Motta (tra i quali l'amministratore della Oikos, Domenico Proto) e un funzionario accusato di aver concesso loro permessi e autorizzazioni dietro lauti compensi. E, inevitabilmente, la cronaca ha monopolizzato il comizio. Anche perché, come sostiene Danilo Festa, consigliere comunale d'opposizione e membro del comitato No discarica mottese, «possiamo gridare una cosa: che avevamo ragione».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×