Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sabato sera in un locale a luci rosse (I parte)

Analizziamo luoghi comuni e leggende metropolitane di un locale a luci rosse. E poi l'intervista a Eva Henger, nota specialmente al pubblico maschile per essere stata protagonista di film porno

Melania Mertoli

In passato ci siamo occupati di locali a luci rosse, di streap tease e di feste organizzate in casa. Dopo aver fatto il nostro incontro ravvicinato con chi procura le ragazze che si devono esibire nei night club o nelle feste private, fatto a febbraio, siamo entrati direttamente in uno di questi posti. Lo abbiamo fatto essenzialmente per due motivi.
Il primo, per vedere cosa accade all’interno di questi locali; il secondo, per incontrare Eva Henger, venuta qui a luglio per uno spettacolo. 

Partiamo dal secondo, cioè Eva Henger, nota specialmente al pubblico maschile per essere statala protagonista femminile di qualche film porno, a suo dire solo 4. Poi, come lei stessa ha sottolineato "Si sa come vanno queste cose, le scene hard sono state tagliate e inserite in altri film e così sono arrivati a 12, ma io ne ho fatto solo 4. Fare causa a chi ha fatto questo a mia insaputa non è servito a niente! I film sono in circolazione lo stesso”. Forse è andata davvero così, ma l’epiteto di porno star è difficile che se lo scrolli di dosso, neanche se va a Lourdes ad accompagnare i malati con il treno bianco dell’UNITALSI.

Il locale nel quale si è esibita la Henger, fortemente voluta dai gestori, è l’American Pakidù, ubicato nelle vicinanze del Cityper. “Per firmare il contratto con Riccardo Schicchi – ci racconta uno dei due gestori del locale – siamo andati direttamente a Milano, prima che Eva partecipasse a 'La fattoria', il reality show ambientato in Sud America”. Tornata in Italia, l’aspettava una serie di appuntamenti, tra cui il contratto in esclusiva con Striscia la notizia, versione estiva, e una serie di esibizioni nei night club in giro per l’Italia, che il buon Schicchi a provveduto a procacciarle prima che lei partisse. La cifra che hanno sborsato i titolati del Pakidù per avere la Henger? Altissima. Pare 5000 euro, senza considerare spostamento aereo, albergo, ristoranti e macchina usata dalla diva. 

Sabato sera siamo ritornati in questo stesso locale, perché quella sera la Henger era arrivata tardi, verso mezzanotte, ci ha concesso l’intervista ancora più tardi e dopo aver finito siamo andati via, senza vedere gli altri spettacoli.


To be continued ...

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×