Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Parco M. Teresa, comincia la riqualificazione
Inaugurato oggi il progetto Cittadinando

Si è svolta stamattina all'interno del piccolo parco del quartiere Borgo Sanzio la cerimonia inaugurale del progetto che vede coinvolti l'Amministrazione comunale, il Csve e diverse associazioni di volontariato, come Nuova Acropoli Catania e Addiopizzo. Per l'occasione sono stati consegnati i lavori di ripristino dell'illuminazione dello spazio, rimasto quasi completamente al buio dal novembre 2013. Guarda le foto

Agata Pasqualino

Torna la luce al parco Madre Teresa di Calcutta, nel quartiere Borgo Sanzio, rimasto quasi completamente al buio dallo scorso novembre, quando il Comune aveva fatto rimuovere le lampadine non funzionanti e le coppe pericolanti senza provvedere alla sostituzione. Il nuovo sistema di illuminazione è stato consegnato alla città stamattina, durante la cerimonia di inaugurazione del progetto Cittadinando, che vede coinvolti l’Amministrazione comunale, il Centro di Servizio per il volontariato etneo (Csve), le associazioni di cultura e volontariato Nuova Acropoli Catania, Siracusa e Floridia, Addio Pizzo e la protezione civile Pegaso di Floridia, ma anche semplici cittadini.

Oltre all'installazione di nuovi pali della luce, nello spazio pubblico di via Eleonora D'Angiò, grazie ai volontari, è stata sostituita la recinzione dell'area dedicata ai cani e sono stati realizzati dei murales, di cui uno raffigurante Madre Teresa di Calcutta, opera del writer Antonio Anc Barbagallo. Lo stato del piccolo parco è quindi migliorato rispetto a quello in cui versava lo scorso giugno, quando CTzen ne ha mostrato le condizioni in un reportage.

Il progetto e le opere di riqualificazione si inseriscono nell'ambito del programma di decoro urbano CataniAgorà voluto dal Comune, stamattina rappresentato dal primo cittadino Enzo Bianco, e dagli assessori Salvo Di Salvo e Rosario D'Agata, i quali si sono impegnati a migliorare ancora di più il parco incrementando i giochi della bambinopoli.

«I lavori continuano grazie allo straordinario impegno di tutti i volontari, che sono riusciti a ridare nuova luce all'intero parco, che forse era stato dimenticato per troppo tempo. Gli abitanti del quartiere ne sono contenti», dichiara soddisfatto il consigliere della III circoscrizione Antonio Fusco, che per sollecitare l’intervento del Comune, nei mesi scorsi, ha presentato una mozione al consiglio di quartiere, scritto una lettera aperta al sindaco e organizzato una raccolta firme.

[Foto di Antonio Fusco]

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×