Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ofelia, carte ritrovate asciutte, pulite e in digitale
Ma adesso è il processo che rischia di ammuffire

Si è chiuso il giallo sulla sparizione dei documenti del processo a carico degli imprenditori Giuseppe e Alessandro Monaco, accusati di gestione di rifiuti pericolosi, e a due funzionari della provincia etnea. Eppure, al ritmo di un'udienza al mese, i termini di prescrizione sono sempre più vicini

Dario De Luca

Nessuna caccia al tesoro e niente documenti ammuffiti. I faldoni del processo Ofelia sono asciutti e puliti. «Gli atti ci sono, sistemati semplicemente dove dovevano stare» spiega ai giudici il pubblico ministero Giovannella Scaminaci. Passato un mese dall'ultima udienza, si chiude definitivamente il giallo, rivelatosi falso, che incombeva sul processo in cui a sedere sul banco degli imputati sono gli imprenditori Giuseppe e Alessandro Monaco, titolari rispettivamente delle società Ofelia Ambiente e Bas Bis Engeenering srl. Accusati dalla procura etnea, insieme a due funzionari della provincia di Catania, a vario titolo di gestione di rifiuti pericolosi, abuso d'ufficio e falsità ideologica. Un presunto sistema catalizzato sulla spazzatura che si sarebbe sviluppato tra due impianti per il trattamento dei rifiuti situati a Santa Venerina e una presunta discarica abusiva nei pressi di Ramacca dove la munnizza sarebbe stata illecitamente smaltita.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.