Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Etna, enti senza soldi né esperienza per la bonifica
Intanto aumentano i controlli sulla Pista altomontana

In attesa dei risultati sugli altri due animali morti per avvelenamento in montagna nelle ultime settimane, arrivano le prime note ufficiali. Che richiamano i proprietari dei terreni - Comuni e Azienda foreste demaniali - a provvedere alla rimozione delle esche. Sulla quale però non ci sono ancora risposte certe né programmi di intervento a causa dei costi e della natura inedita dell'emergenza

Sergio Mangiameli

Ieri i risultati delle analisi hanno confermato l'avvelenamento di un cane delle forze armate sull'Etna. Adesso, in attesa dei risultati definitivi da parte dell’Istituto zooprofilattico di Catania sugli altri due animali morti all’interno del Demanio forestale (una volpe selvatica e un cane, entrambi avvelenati presso il Rifugio Galvarina), il direttore responsabile dell’Azienda foreste demaniali della provincia di Catania, Ettore Foti, si esprime così: «In tanti anni di lavoro, è un’emergenza mai riscontrata in questi luoghi, e per tale ragione, attraverso i nostri presidi territoriali e gli operai presenti nei cantieri, abbiamo intensificato sia i controlli di permessi rilasciati, sia quelli fisici delle persone che varcano l’ingresso demaniale. Inoltre, in via eccezionale, gli operai presenti giornalmente nell’area interessata hanno il compito di vigilanza di supporto al Corpo Forestale, segnalando immediatamente situazioni dubbie, come comportamenti poco chiari di persone che a vario titolo frequentano la zona».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.